La prima edizione di Moby Dick usciva il 14 novembre 1851: un capolavoro lungo 160 anni

Scritto da: -

Herman Melville, Moby Dick o la balena, classici, libri, letteratura La prima edizione mai stampata di Moby Dick uscì grazie all’editore Richard Bentley di Londra, che il 18 ottobre del 1851 stampò il capolavoro di Herman Melville in 3 volumi con il titolo The Whale, la Balena. Ma quello stampato da Bentley era un testo rimaneggiato, potremmo dire forse censurato.

Per questo fu soltanto quando, il 14 novembre di quello stesso 1851, la Harper & Collins di New York lo ristampò in unico volume, intitolandolo Moby Dick, che si poté affermare finalmente che la prima edizione del capolavoro di Melville (anche se capolavoro fu giudicato con anni di ritardo) era stata data alle stampe.

Da quel giorno sono passati 160 anni, un’eternità per un uomo, ma anche per un libro. Nel frattempo la storia di Moby Dick e del capitano Achab è entrata a far parte nell’immaginario collettivo talmente in profondità da essere conosciuta anche da chi il libro non lo ha mai letto.

Per festeggiare questa ricorrenza vorrei citare quella che per me è una delle più belle definizione di Moby Dick che abbia mai letto. L’ha scritta Michele Mari in uno dei saggi che compongono la raccolta I demoni e la pasta sfoglia e dice quanto segue:

Il tema della lotta non tanto tra bene e male quanto tra due potenze contrapposte, il motivo della vendetta e dell’accanimento, il gigantismo delle rappresentazioni, la retorica iperbolica, il tono sublime e apocalittico, il misticismo, la morbosità: tutto conferisce al romanzo la qualità, più che di un poema epico, di una predicazione sacra. […] Come Conrad in Cuore di Tenebra, come Stevenson nel Master di Ballantrae e nello Strano caso del Dr Jekill e di Mr Hyde, anche Melville sapeva che non c’è conflitto che non ci renda uguali al nemico, non c’è abisso in cui si possa guardare impunemente.

Vota l'articolo:
3.73 su 5.00 basato su 26 voti.