Piero Schiavo Campo, Edmond Hamilton e Robert Sheckley per Urania di novembre

In edicola L'uomo a un grado kelvin, Il lupo dei cieli, I mondi chiusi, AAA Asso Decontaminazioni Interplanetarie e altri racconti

urania-novembre-2013-mondadori

L'uomo a un grado Kelvin

, di Piero Schiavo Campo, Il lupo dei cieli e I mondi chiusi, di Edmond Hamilton, AAA Asso Decontaminazioni Interplanetarie e altri racconti, di Robert Sheckley, sono le uscite di Urania per novembre 2013.

L'uomo a un grado kelvin è il romanzo vincitore del Premio Urania 2012, il più importante premio italiano di fantascienza. Arrivato alla ventiquattresima edizione, l'anno scorso ha visto "gareggiare" 65 concorrenti. In finale ne sono arrivati 8. Oltre a L’uomo a un grado kelvin, di Piero Schiavo Campo, sono stati selezionati, vogliamo ricordarlo, anche Direttiva Schäfer, di Luca Di Gialleonardo; La terza chimera, di Alberto Bertoni; L’uovo della Fenice, di Antonino Fazio; Il selciato dell’inferno, di Paolo Lanzotti; Hodoepericon, di Andrea Micalone; Lucifero, di Claudio Vastano; Link, di Matteo Villa (menzione speciale ad Antonino Fazio e Claudio Vastano). Queste le motivazioni che hanno portato la direzione di Urania a scegliere il lavoro di Schiavo Campo: «un romanzo di solido intreccio, ottime e verosimili premesse scientifiche, oltre che uno spiccato gusto per l’ambientazione e i dialoghi».

L'autore, classe 1951, palermitano trapiantanto a Milano, laurea in fisica, si è occupato di astrofisica, informatica e telecomunicazioni, prima con un'azienda personale, poi come consulente, infine come docente a contratto (insegna teoria e tecniche dei nuovi media all'Università di Milano Bicocca). Con L'uomo a un grado kelvin, sua seconda esperienza di scrittura (aveva già autopubblicato il romanzo L'eredità), Schiavo Campo entra nella narrativa fantascientifica italiana dalla porta principale.

Il romanzo parlerà di teletrasporto, quantistica, spaziotempo. Così, la quarta di copertina: «Dall'apparecchiatura era uscito un vapore denso, come se il macchinario fosse stato riempito di acqua bollente. Come è noto, invece, l’apparato era gelido: un grado kelvin, cioè un solo grado al di sopra dello zero assoluto. Attraverso il vapore si vedeva distintamente la figura rattrappita di un uomo. La visione durò pochi istanti, prima che il corpo si tramutasse in una specie di bassorilievo di ghiaccio." Dall'apparizione del cadavere congelato del professor Jan De Ruiter alla soluzione del mistero del teletrasporto quantistico, molta energia impura scorrerà sotto i ponti. De Ruiter ha avuto infatti un’intuizione geniale, ma non sempre ciò che accorcia le distanze fra due punti permette di seguire la traiettoria più facile. E questa volta le molecole di un uomo sono rimaste impigliate — rimescolate — nella vasca dello spaziotempo...» (Piero Schiavo Campo, L'uomo a un grado kelvin, Urania 1600, novembre 2013, € 4,90)


La seconda uscita di Urania, per la sottocollana Collezione, è il volume che raccoglie i racconti Il lupo dei cieli e I mondi chiusi, di Edmond Hamilton (1904-1977), autore americano di fantascienza, horror, detective stories e fumetti.

Marito di Leigh Brackett (ne abbiamo parlato qui) a cui deve miglioramenti nello stile e nella prosa, riscontrabili nelle opere dopo il matrimonio, 1946 (The Star of Life/La stella della vita/La valle della creazione, The Valley of Creation, City at World's End/Agonia della Terra, The Haunted Stars/Gli incappucciati d’ombra *), Hamilton esordì nel 1926 con un racconto su Weird Tales, la rivista del fantastico più nota di allora, e fu uno dei pricipali esponenti della space opera degli Anni Trenta e Quaranta. E' noto principalmente per la serie di racconti, un po' semplicistici, con protagonista Capitan Futuro, «scienziato e avventuriero, che percorre il sistema solare risolvendo problemi, correggendo ingiustizie e sconfiggendo futuristici supercattivi» (*). Da Capitan Futuro fu tratto un anime negli anni '70.

Il volume in uscita raccoglie, invece, due romanzi della trilogia Starwolf, 1967-68, The Weapon from Beyond/Il Lupo dei cieli e The Closed Worlds/I mondi chiusi, rivisto nella traduzione (il terzo, World of Starwolves/Le stelle del silenzio sarà pubblicato prossimamente).

Il ciclo racconta le avventure di Morgan Chane, un tempo pirata e ora mercenario spaziale, esiliato dal suo pianeta natale, Varna, e inseguito per tutta la galassia dai suoi ex compagni. (Edmond Hamilton, Il lupo dei cieli, I mondi chiusi, Urania Collezione 130, novembre 2013, € 5,90)


AAA Asso Decontaminazioni Interplanetarie e altri racconti, di Robert Sheckley (1928-2005), è la raccolta trimestrale di fantascienza in uscita per Urania Millemondi, Autunno 2013.

Sheckley, uomo dalla vita sentimentale avventurosa (ebbe 5 mogli), scrittore prolifico e versatile (scrisse romanzi, moltissimi racconti, episodi TV, novelizzazioni di lavori altrui, storie in universi condivisi, opere frutto di collaborazioni a più mani), Author Emeritus dal 2001, è noto per la vena satirica e paradossale (*) che contraddistingue la sua produzione, spesso tradotta in italiano (ricordiamo Mai toccato da mani umane (1954), Scambio mentale (1960), Gli orrori di Omega (1960), L’agente X (1965), Il difficile ritorno del signor Carmody (1968), Opzioni (1975), Dramocles: dramma intergalattico (1983), Il matrimonio alchimistico di Aleister Crompton (1986) e, recentemente, per Urania Collezione di luglio, Anonima Aldilà (1958), romanzo breve, a cavallo tra fantascienza e fantasy, da cui fu liberamente tratto il film Freejack).

La nuova uscita, AAA Asso Decontaminazioni Interplanetarie e altri racconti, comprende i 7 racconti, scritti negli Anni Cinquanta, di uno dei suoi cicli più famosi, quello dei decontminatori spaziali AAA Asso (AAA Ace Interplanetary Decontamination Service series), incentrati sulle avventure di due disinfestatori di pianeti, 13 racconti della raccolta Giardiniere di uomini/Can You Feel Anything When I Do This? (1971) e 11 racconti di Fantasma Cinque/The Wonderful World of Robert Sheckley (1979). (Robert Sheckley, AAA Asso Decontaminazioni Interplanetarie e altri racconti, Urania Millemondi, novembre 2013, € 7,50).

Le copertine dei tre volumi, naturalmente, sono dell'illustratore storico di Urania, Franco Brambilla.

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy (nelle varie declinazioni), fantascienza e fantastico in generale, sia per young adult(s)/adolescenti che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO