Storia di una ladra di libri: Brian Percival porta sullo schermo il bestseller di Markus Zusak

Qualche speculazione sul trailer del film Storia di una ladra di libri di Brian Percival.

Un adattamento cinematografico atteso, affidato alla guida di Brian Percival e all'abilità dello studio che portato sullo schermo la "Vita di Pi"; ed è già stato inserito da alcuni nel calderone di grandi classici come “The Reader” o “The Pianist”. E' la "Storia di una ladra di libri", in versione Brian Percival, uno degli argomenti più sottilmente accarezzati dagli esperti del settore negli ultimi tempi e una narratrice nera in cerca di anime, davvero fuori dal comune.
Sceneggiatura di Michael Petroni tratta dal bestseller firmato Markus Zusak e sul palcoscenico spesso abusato della Seconda Guerra Mondiale per le drammatiche vicende di Liesel Meminger (Sophie Nelisse), una coraggiosa ragazzina bionda dagli occhi grandi e pieni di sogni, dei suoi amorevoli genitori adottivi (Geoffrey Rush ed Emily Watson) nei pressi di Monaco e poco lontano dal campo di concentramento di Dachau, del fuggiasco ebreo Max Vandenburg (Ben Schnetzer), e naturalmente di una pioggia di libri. Testi rubati, come tante delle ancore di salvezza che aiutano la gente a restare a galla anche durante l'orrore dei conflitti, dalle giovani mani gelate della ragazzina, che comincerà la sua singolare raccolta proprio in occasione del funerale del fratello Werner, morto in treno durante il viaggio, per proseguire tra biblioteche borghesi e roghi di piazza.
In "The Book thief" (il titolo originale dell'opera pubblicata nel 2007 e destinato ad un pubblico di young adult) risorgono le origini dello stesso Zusak, australiano figlio di padre austriaco e madre tedesca, due caratteristiche fondamentali per comprendere l'interesse verso il soggetto e sviscerane la dolorosa poesia della resistenza insita in una frase pronunciata proprio nel trailer da Liesel, presto anche sugli schermi italiani:

Se la vita ti ruba qualcosa, a volte devi riprendertela.

Foto by crimesong19

Via | variety.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO