You Crime: il contest di co-publishing e libri gialli di qualità

L'iniziativa di co-publishing a sfondo "giallo" del Corriere della Sera, si è fatta notare nel tamtam virtuale degli ultimi mesi per il suo carattere all'avanguardia ed ha raggiunto il traguardo finale qualche sera fa, in occasione della premiazione finale; con i segreti dei grandi autori per scrivere un buon crime.

Da qualche mese "friggeva" nella rete, e poche sere fa ha raggiunto il traguardo finale; l'iniziativa di co-publishing del Corriere della Sera, You Crime è stata soprattutto un pretesto per cimentarsi con il mestiere di giallista. Da praticare in senso corale, però. A fare da supporto ai partecipanti al contest (ed ai curiosi) in qualità di tutors, quattro nomi di spicco del panorama editoriale crime italiano: Sandrone Dazieri, Simone Sarasso, Enrico Pandiani e Paolo Roversi. Un'iniziativa dal carattere all'avanguardia, anche perchè i partecipanti non dovevano affrontare solo la sfida della scrittura in sè; stare al passo coi tempi è fondamentale nell'era della crisi cartacea e un vero scrittore contemporaneo, se ne desume, deve avere anche consistenti attitudini autopromozionali.

Nei criteri di valutazione dei novelli giallisti (divisi in gruppi) approdati alle finali di You Crime infatti, una certa importanza è stata attribuita all'attività sui canali social e nel web in generale e, non ultimo, alla capacità di interazione con i lettori. Quello della relazione autore/commentatore, lo sappiamo, è un sentitissimo tema, indagato abbondantemente anche all'ultimo Salone del Libro di Torino e generatore di due opposte scuole di pensiero: chi lo coltiva e ne rimane influenzato, e chi invece lo evita per non subire alcun tipo di condizionamento. E' un nodo centrale delle nuove forme dell'editoria digitale -applicata al noir, nella fattispecie- ma, come tutti i cambiamenti epocali, i risultati di questa nuova tendenza, si potranno giudicare molto a posteriori. Per approfondire invece, la questione "scrivere insieme un buon crime", vi rimando a questa pagina, dove trovate la classifica dei vincitori di questa edizione (nella foto in alto, il cui primo posto se l'è aggiudicato Gabriele Santoni con Morire due volte), con anche i nomi dei più condivisi e dei più venduti.

  • shares
  • Mail