Le foglie d'autunno e Firenze

Foglia d'autunno

Questa poesia è uno scorcio di un autunno che non vuole arrivare, mentre cammino per Milano e mi chiedo quanto di questa città mi sia rimasto nelle vene, quanto dei miei miseri due anni realmente trascorsi qui, si sia sommato a quei magnifici castelli che solo l'immaginazione può ricamare sui luoghi. Ieri, nel caldo irreale che si mischia come un paradosso a tutta la lana dei cartelloni e delle vetrine, ho scoperto le foglie di Brera, ho desiderato di avere morbidi guanti e osservare l'esterno da una sala dimessa di un vecchio palazzo, finché ho scoperto questa poesia:

su una foglia gialla ho visto Santo Spirito.

un vecchio, passando, mi ha detto che le venature sono le vie della città.
parlava di Firenze.
e io la accartocciavo in un pugno.

poi cadde un'altra foglia.
rossa.
e la visione si incenerì.

E ritornare a Firenze è stato un lampo, un istante su Via S. Niccolò, un attimo pigro sul Lungarno, una vecchia foto di famiglia con quelle stesse foglie ma di colore più scuro e la Renault 4 verde pratolina.

Via | inabitisuccinti.blogspot.com

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail