Ian Watson, il fondamentale John W. Campbell, Guillermo del Toro e Chuck Hogan per Urania di ottobre

In uscita Creatura del fuoco, Luna d'inverno e La progenie

urania-ottobre-2013

Creatura del fuoco

, di Ian Watson, Luna d'inferno, di John W. Campbell, La progenie, di Guillermo del Toro e Chuck Hogan, sono le uscite di Urania per ottobre 2013.

Ian Watson è uno scrittore e sceneggiatore britannico di fantascienza, trapiantato in Spagna. E' autore de L’ultima domanda, Superuomo legittimo, Il mistero dei Kyber, L’anno dei dominatori, Gli dei invisibili di Marte, etc. e della prima stesura della sceneggiatura di A. I. Intelligenza artificiale di Kubrick/Spielberg, tratta da un racconto di Brian Aldiss.

In Creatura di fuoco (The Fire Worm, 1988, inedito in Italia), l'autore racconta la storia di John Cunningham, psichiatra specializzato in vite precedenti con un alter-ego segreto da scrittore horror, Jack Cannon, e un paziente, Tony Smith, con cui si addentra in tre periodi storici diversi, medioevo, vittorianesimo e anni '50, tratteggiati con ricchezza di dettagli. Si ritroverà in una vera storia soprannaturale e dell'orrore. (Ian Watson, Creatura di fuoco, Urania 1599, € 4,90. Ebook disponibile. In edicola in questi giorni).


Luna d'inferno, di John W. Campbell (1920-1971), è l'uscita di ottobre per Urania Collezione.

Campbell è uno scrittore americano e un fondamentale curatore editoriale della fantascienza. Grazie alla direzione della rivista Astounding Science Fiction, poi Analog Science Fact & Fiction, dal 1937 alla sua morte, pubblicarono e si fecero conoscere alcuni tra gli autori più importanti di tutti i tempi, inaugurando quella che viene definita l'epoca d'oro della fantascienza, The Golden Age of Science Fiction (dall'ultima parte degli Anni Trenta agli inizi degli Anni Cinquanta).

Tra gli autori curati da Campbell troviamo Isaac Asimov, Robert A. Heinlein, A. E. van Vogt, Theodore Sturgeon e moltissimi altri che devono, non solo la pubblicazione sulla rivista dei loro racconti, spesso proprio i primi, in cui Campbell, con occhio lungo, credette, ma anche un concreto e importante lavoro di "indirizzamento" e collaborazione col direttore stesso (le tre leggi della robotica di Asimov e il ciclo della Storia Futura di Heinlein, ad esempio, devono la loro nascita anche all'intervento dell'illuminato editor).

Campbell fu anche scrittore, naturalmente, ed è considerato un padre fondatore della fantascienza, in particolar modo della space opera e delle saghe spaziali.

I suoi primi racconti apparvero su un'altra rivista fondamentale, Amazing Stories, la prima, in lingua inglese, dedicata escusivamente alla fantascienza, fondata nel 1926 da Hugo Gernsback, colui al quale sarebbe poi stato intitolato il più noto premio, insieme al Nebula, del fantastico, l'Hugo (durante la cui cerimonia all'annuale Worldcom, tra l'altro, viene assegnato il John W. Campbell Award for Best New Writer. L'altro, importante premio intititolato allo scrittore americano è il John W. Campbell Memorial Award for Best Science Fiction Novel).

Oltre a due cicli galattici, quello di Aarn Munro, il gioviano, 1935-49 (I figli di Mu, Avventura nell'iperspazio, L'atomo infinito) e di Isole nello spazio, 1953-61 (Passa la stella nera, Isole nello spazio, Invasori dell'infinito) John W. Campbell scrisse altri romanzi e racconti stand-alone. Tra questi Luna d'inferno (The Moon Is Hell!, 1950, già Martirio lunare, 1953, Urania 30).

Il romanzo racconta la storia di 13 astronauti mentre cercano di sopravvivere sulla superficie della luna. Dovranno attendere un'astronave di salvataggio in condizioni di estrema difficoltà, tra ostilità dell'ambiente e personalità sotto pressione.

Nel volume Urania saranno contenuti, oltre a Luna d'inferno, anche tre racconti: Sette milioni di anni, Notte e La cosa di un'altro mondo (Who Goes There?, 1948), da cui fu tratto il film La cosa di John Carpenter. (John W. Campbell, Luna d'inferno, Urania Collezione 129, € 5,90. Ebook disponibile. In edicola nei prossimi giorni).


La progenie, di Guillermo del Toro e Chuck Hogan, è il primo volume della trilogia horror-vampirica The Strain e riprende, in via sperimentale, la collana Urania Horror, abbandonata nel 2008 dopo due soli numeri (The Strain verrà, comunque, completata tra dicembre e febbraio prossimi).

Già portato in libreria da Mondadori nel 2009, esordio letterario di Guillermo del Toro - regista/sceneggiatore/produttore messicano de Il Labirinto del Fauno, Blade II, Hellboy 1 e 2, Lo Hobbit 1 e i futuri 2 e 3 di Jackson/Tolkien, Pacific Rim - La progenie racconta la diffusione di un virus vampirico legato ad antiche leggende che getta nel caos l'intera New York. The Strain diventerà un telefilm nel 2014, diretto e sceneggiato anche da del Toro stesso. (Guillermo del Toro e Chuck Hogan, La progenie, Urania Horror 3, € 5,90. Ebook già disponibile nella collana Omnibus di Mondadori. In edicola nei prossimi giorni).

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy (nelle varie declinazioni), fantascienza e fantastico in generale, sia per young adult(s)/adolescenti che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO