I Love Shopping: 5 motivi per odiare Rebecca Bloomwood - classifica Booksblog

L'eroina shopaholic dei romanzi di Sophie Kinsella ha 5 caratteristiche davvero insopportabili, ecco quali

Vi ricordate Rebecca 'Becky' Bloomwood?

Ho scoperto la saga di "I love shopping"(2000), creata dalla mente di Sophie Kinsella-Madeleine Wickham, quasi per caso, e inizialmente avevo trovato molto divertente il personaggio principale, appunto, Rebecca 'Becky' Bloomwood.

Giornalista finanziaria con la passione, anzi, la dipendenza dallo shopping compulsivo, incontra e si innamora di Luke Brandon, capo e creatore della 'Brandon Communications', società di PR di grande successo. Nel mezzo, tonnellate di estratti conto costantemente in rosso.

Spinta dalla curiosità ho continuato a leggere i successivi libri della saga ("I love shopping a New York", "I love shopping in bianco", "I love shopping con mia sorella", "I love shopping per il baby"). Ma man mano che passava il tempo ho ammesso a me stessa che Becky e le sue avventure cominciavano ad essermi insopportabili, e in occasione dell'uscita di "I love mini shopping" (2010) ho mollato il colpo.

Era da tempo che volevo scrivere questo post, ecco i 5 motivi per odiare Rebecca Bloomwood (Brandon dopo il matrimonio).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO