Storia di Malala di Viviana Mazza: il coraggio della ragazza candidata al Nobel per la Pace

Le vicende di Malala, adolescente scampata alla furia dei talebani.

Storia di Malala di Viviana Mazza: il coraggio della ragazza candidata al Nobel per la PaceE Malala la ragazzina pakistana in odor di Nobel per la Pace, nemmeno maggiorenne e già insignita qualche settimana fa da Amnesty International del prestigioso Premio Ambasciatore della Coscienza 2013, è oramai una giovane coraggiosa, che fa riferimento a pochi idoli, il padre, preside della scuola di Morghazar, il presidente Obama e Benazir Bhutto. Lei che ha festeggiato recentemente i suoi sedici anni parlando al mondo da uno scranno dell'ONU, appare in trasparenza nelle parole della giornalista Viviana Mazza, specialista della redazione esteri del del Corriere della Sera e autrice del libro "Storia di Malala", uno spaccato che ripercorre alcuni dei momenti chiave degli ultimi cinque anni.

A ogni curva, a ogni carezza del vento, Malala sente che la sua casa si fa più vicina.
Il giornalista americano e Jawad non li hanno abbandonati nemmeno durante i tre mesi d'esilio e anche ora li accompagnano. Riprendono tutto: questo è lo storico ritorno degli abitanti a Swat.
Il Professor Sajid si è già precipitato a Mingora: dice che persino i barbieri sono tornati e davanti alle loro botteghe c'è la fila. Ci mettono un bel po' a radere i clienti perché le barbe sono lunghissime.

Storia di Malala di Viviana Mazza: il coraggio della ragazza candidata al Nobel per la Pace

Ma la gioia del ritorno a Swat dura poco, su un muro della scuola c'è scritto "Welcome to Pakistan", ma più che un augurio sembra una minaccia, scritta in una lingua nemica su un edificio svuotato dall'orrore, e trasformato in improvvisato quartier generale da militari armati. Malala Yousafzai lotta, racconta in un diario online, testimonia con grande dignità e con la coscienza del suo impegno, contro un mondo che si sgretola dinanzi all'avanzare del fanatismo. La sua battaglia conosce pochi momenti di tregua e molte ferite, che accrescono la sua convinzione ache dopo il punto di non ritorno dell'attentato, al quale sopravvive diventando un simbolo e restando, nonostante tutto ancora Malala, una ragazza impegnata.

Primo capitolo al link in calce.

"Storia di Malala"
di Viviana Mazza
luglio 2013
ISBN 9788804633679
184 pagine
14,0 x 21,5 cm
Cartonato con sovraccoperta

Via | Mondadori

  • shares
  • Mail