Ciao, io mi chiamo Antonio, di Angelo Petrosino

Le edizioni Sonda mandano in libreria un libro per lettori dai 7 ai 10 anni con particolare attenzione a chi soffre di dislessia.

Ciao, io mi chiamo Antonio, di Angelo PetrosinoCiao, io mi chiamo Antonio è un libro per lettori e lettrici dai 7 ai 10 anni, scritto da Angelo Petrosino e pubblicato da Sonda.

La storia ci racconta di Antonio, un ragazzo di dieci anni, che fa la quinta elementare e non ha poi tutta questa voglia di studiare. Insomma, una storia che accomuna (e ha accomunato!) vari scolari. La particolarità di Antonio è che è dislessico, motivo per cui non ama particolarmente leggere (anche se è figlio di uno scrittore e di una maestra e ha una sorella che divora i libri). Nel corso del libro Petrosino affronta la questione della dislessia in maniera seria e approfondita, ma attraverso la narrazione, senza fare trattati scientifici che potrebbero risultare pesanti ai più. Antonio non ha nulla che non va, anzi, come lui nel corso della storia ci sono stati dislessici eccellenti e questo non implica alcun problema per la felicità delle persone.

I pregi del libro pubblicato da Sonda sono vari: oltre a una storia scritta molto bene e in maniera accattivante, troviamo l’uso del font Easy Reader© specifico per agevolare la lettura delle persone dislessiche, ma così chiaro che rende più rilassante la lettura per tutti. Inoltre il libro è duplice, perché la narrazione di Petrosino è tradotta in fumetto da Laura Stroppi, così nello stesso testo, troviamo sia il racconto scritto in maniera narrativa che la versione in fumetto: ottima soluzione per farlo apprezzare anche a quei bambini che prediligono i libri “con le figure”.

Da sottolineare anche il curato aspetto tipografico di Ciao, io mi chiamo Antonio: una copertina cartonata, e una rilegatura ben fatta lo rendono praticamente indistruttibile.

Angelo Petrosino
Ciao, io mi chiamo Antonio
versione a fumetti di Laura Stroppi
Sonda, 2013
ISBN 978-88-7106-690-5
pp. 208, euro 11,90

  • shares
  • +1
  • Mail