Emily e le altre, di Gabriella Sica

Emily e le altre, di Gabriella SicaÈ una lettura sapienziale e colma di passione che sgorga dal cuore quella che Gabriella Sica ci propone nel suo ultimo libro Emily e le Altre, pubblicato recentemente da Cooper. L'Emily a cui fa riferimento il titolo è la Dickinson. Le Altre sono Charlotte ed Emily Brontë, Elizabeth Barrett Browning, Elizabeth Bishop, Sylvia Plath, Margherita Guidacci, Cristina Campo, Nadia Campana e Amelia Rosselli. Il risultato è un libro intenso, oserei dire quasi religioso (togliendo a quest'aggettivo ogni connotazione confessionale), che permette di abbeverarsi alla poesia e alla sua declinazione attraverso la penna e i sentimenti di varie donne poete.

Prima di tutto, Emily Dickinson che, per la Sica,

“è la gigantesca antenata dei poeti che hanno abbracciato la poesia con la stessa esclusiva dedizione. Si cimentò in quell’impresa ardua, prima tra le prime, come la talpa che apre sentieri sottoterra per trovare la luce, una talpa cieca a cui qualcuno deve indicare che esiste il cielo. Solo scavando energicamente gallerie su gallerie la talpa è arrivata a scoprire la luce, il respiro di altre donne a lei somiglianti, madri o sorelle, donne che scrivono e che leggono, madri a cui si rivolge e figlie che a lei si riferiscono”.

Poi, le Altre:

“Altre con la maiuscola, come scriverebbe Emily e come scrive Emmanuel Levinas. È l’Altra che costituisce l’io di Emily, così come Emily aveva cercato l’Altra, ognuna debitrice dell’Altra, in un’apertura di volta in volta ripresa e allargata. Non è una flebile somiglianza tra l’Una e l’Altra, ma è l’Una che non si lascia pensare senza l’Altra, l’una che non esiste se non attraverso l’Altra perché l’identità è differenza. Il messaggio così si apre e si moltiplica raccogliendo l’alterità ereditata e rilanciandosi verso la posterità, innescando un richiamo trasformativo tra tradizione e innovazione. C’è in questo modo un appello alla responsabilità etica dell’ascolto di un messaggio là dove l’Altro è il pubblico, perché il pubblico è l’opera, il lettore è l’autore, l’Altro che riscrive”.

Un libro anche per chi non ama la poesia (o forse soprattutto per chi non la ama). Se anche il testo poetico non dovesse far vibrare le vostre corde, sono certo che le pagine vergate da Gabriella Sica vi conquisteranno perché è difficile non lasciarsi trasportare dall'afflato che si respira tra le righe:

Possiamo rispondere a Emily, che continuamente ce lo chiede, che la sua poesia è viva, sì, respira, e ha qualcosa di prodigioso e di miracoloso: umile e possente, domestica e cosmica. Noi siamo qui per rispondere alla domanda elusa dai suoi contemporanei: “Respira la mia poesia?”.

Un libro bello, come solo i libri scritti con l'inchiostro della passione possono essere.

Il Cuore è la Capitale della Mente
La Mente è un unico Stato
Il Cuore e la Mente insieme formano
Un unico Continente
Una sola
è la Popolazione
Numerosa quanto basta
Questa estatica Nazione
Cercala
sei Tu.

Gabriella Sica
Emily e le altre. Con 56 poesie di Emily Dickinson
Cooper, 2010
ISBN 978-88-7394-165-1
pp. 190, euro 12

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO