Atlantic di Simon Winchester, estratti dalla biografia di un oceano

Fino a un migliaio di anni fa, nessun essere umano poteva soltanto immaginare di attraversare l'immensità dell'oceano atlantico. Questo era solo l'inizio dell'evoluzione intellettuale che ha visto gli uomini affiancarsi al grande mare.

Poi, grazie agli arditi tentativi di antichi popoli come i Vichinghi, gli irlandesi, i cinesi, i portoghesi e gli spagnoli, Cristoforo Colombo in testa, l'Atlantico divenne il simbolo di un mondo che prendeva piano piano coscienza di sè.

Se fosse un film o un racconto, l'Oceano Atlantico in questo caso assumerebbe i connotati di un personaggio vero e proprio, con la sua storia e i suoi segreti.

Atlantic è il nuovo libro del pluripremiato scrittore Simon Winchester, ed è l'avvincente biografia di questo spazio quasi infinito, dall'impatto così determinante sui milioni di persone che attorno ad esso hanno sviluppato il proprio destino. E' un libro che nelle sue mille storie parla di grandi battaglie, di scoperte e di tempeste, del fascino, insomma, che questo mare, con il nome ispirato ad uno dei titani della mitologia greca, ha esercitato sui sogni e le ambizioni di conquistatori, scienziati, poeti e marinai.

Il libro di Winchester ripercorre tutte le sue tappe evolutive e le interazioni con l'uomo, partendo dalle prime ere geologiche fino alle battaglie della II Guerra Mondiale e all'attuale discorso dell'inquinamento globale.

Winchester, già geologo e corrispondente di testate come il Times, The Guardian, il Daily Mail, per cui ha scritto una nutrita serie di articoli scientifici, è stato anche commentatore per la BBC Radio, ha curato reportage dall'Everest e ha raggiunto un grande successo con la pubblicazione di The professor and the madman, un libro imperniato sulla realizzazione dell'Oxford English Dictionary e Krakatoa.

La genesi di Atlantic comunque, va detto, deve essere stata avvincente almeno quanto il suo contenuto. Winchester per parecchi mesi ha visitato gli angoli remoti e molte regioni che corrollano il perimetro di questo grande mare: dal Mare Glaciale Artico fino all'Antartide, dal continente americano fino alle coste occidentali dell'Africa e dell'Europa.

Sul suo sito personale si possono ascoltare alcuni evocativi audioappunti con tanto di risacca e strilli di gabbiani in sottofondo, in cui Simon descrive le sue impressioni a proposito della Costa degli Scheletri in Namibia oppure si sofferma sull'importanza delle Purple Islands.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO