L’eroe dei due mari prossimo alla pubblicazione, anche grazie a Booksblog

L'eroe dei due mari, di Giuliano PavoneDe L’eroe dei due mari, il romanzo d’esordio di Giuliano Pavone in uscita a fine settembre per Marsilio, abbiamo già parlato due volte. La prima segnalando in anticipo su tutti gli altri blog la recensione che ne aveva fatto Tommaso Labranca sul settimanale Film TV. La seconda annunciando l’avvenuto accordo fra l’autore tarantino e la casa editrice veneta.

Ora che la pubblicazione è ormai imminente, possiamo dire con legittimo orgoglio che se questo “matrimonio” si è felicemente concluso, una parte di merito ce l’ha proprio Booksblog.

Ricostruiamo la vicenda. Poco più di un anno fa, L’eroe dei due mari è ancora un dattiloscritto in cerca di editore quando Tommaso Labranca ne parla in termini entusiastici su Film TV, scrivendo tra l’altro: «spero proprio che qualcuno lo pubblichi perché il romanzo oltre a essere divertente come una vecchia commedia all’italiana degli anni 70 è illuminante se si vogliono capire i recenti risultati elettorali». A poche ore dalla pubblicazione del settimanale è proprio Booksblog a riprendere per primo la notizia su internet. Ed è grazie al web che la Marsilio scopre l’esistenza del testo, se lo fa mandare dall’autore e decide all’istante di pubblicarlo.

Nell’anno che è seguito, anche per via di uno spunto narrativo intrigante – un famoso calciatore brasiliano che per mantenere fede a un insolito voto decide di andare a giocare gratis per una stagione nella disastrata squadra del Taranto – la curiosità e l’interesse intorno al romanzo hanno continuato a crescere.

Oggi L’eroe dei due mari ha una copertina, una data di uscita certa (il 29 settembre) e anche un blog in cui Pavone dà qualche assaggio delle tematiche e dello spirito che animano il suo romanzo.

Altri scrittori si sono poi aggiunti al “talent scout” Labranca nel tessere le lodi di quello che ha tutte le carte in regola per diventare un nuovo caso editoriale. L’emergente Peppe Fiore ha commentato: «sembra scritto per essere un film. Nessuna concessione allo stiloso fine a se stesso, e un sacco di trovate molto divertenti anche per chi, come me, non ama il calcio».

Gli ha fatto eco l’affermato romanziere Gaetano Cappelli: «in una Taranto che è per una metà morbida, azzurra e caraibica e per l’altra cupa d’acciaio e ciminiere, l’arrivo di un leggendario fuoriclasse che onorando un voto sceglie di giocare proprio nella modesta squadra locale, darà l’illusione di poter disperdere i veleni che si addensano sul centro siderurgico più grande d’Europa. A partire da questo evento Giuliano Pavone rimescola abilmente le esistenze di titubanti spose promesse e scaltri teleguaritori, modelle pentite e cinici faccendieri, disoccupati disorganizzati e giornaliste maliarde in un romanzo che ha i colori, la perfidia e la comicità debordante di un’ indimenticabile commedia all’italiana».

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO