Il sogno di Alda, di Carmen Togni

Il sogno di Alda, di Carmen TogniIl sogno di Alda è un omaggio di Carmen Togni alla grande Alda Merini, recentemente scomparsa. Il libro si snoda intorno ad un monologo inedito della poetessa dei Navigli. Una sorta di auto-intervista rilasciata a Carmen Togni, autrice del libro, che ruota intorno al conferimento della laurea honoris causa concessa alla Merini dall’Università di Messina.

Pur nella sua brevità, la registrazione di Alda Merini riesce a tratteggiare l'universo interiore della poetessa fatto di fughe contemporanee verso le profondità e le vette di un'umanità segnata dall'alienazione intesa proprio come incapacità di appartenenza. Alla città, al paese, al genere umano.

“Io poi devo dire che qui a Milano quando proprio ero emarginata dagli amici milanesi, ho avuto salva la vita dai meridionali, esercenti, gente che mi portava su da mangiare…”

La frastagliata personalità della poetessa emerge nelle improvvise digressioni che costringono il lettore ad accordarsi al ritmo del pensiero e del cuore di un'artista che merita studi di grande respiro e di schietta generosità.

“È un lungo discorso su quello che può essere la depressione. La depressione è un male che capita ma va centellinato. Una volta nei manicomi c'erano le lungodegenze e grazie a Dio davano tutto il tempo alla malattia di dipanarsi e di risolversi. Io sono riuscita dal manicomio proprio perché m'han dato tutto il tempo possibile di curarmi, riflettere, rivisitare e guardare anche gli altri”

Una maggiore attenzione ai refusi e una copertina più vivace sarebbero stati apprezzati.

Carmen Togni
Il sogno di Alda
Edizioni del Poggio, 2010
ISBN 978-88-89008-66-9
pp. 98, euro 12,50

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 29 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO