Dal libro al film: Dorian Gray di Oscar Wilde

E' in uscita il 27 novembre il film 'Dorian Gray' di Oliver Parker, come già annunciato dai colleghi di cineblog, che chiedevano a voi lettori un parere sul trailer (sarà flop o successo?). Noi di booksblog esploriamo ovviamente la questione da una prospettiva diversa. Ovvero: riuscirà il film a rendere una storia così complessa, senza farne una mera celebrazione dell'edonismo di Dorian?

Nel trailer infatti sembra che il film punti molto su questo elemento, e in particolare sul bel volto e il bel fisico del protagonista, e sulla possibilità che a lui offre il fatto di non invecchiare mai, di consumare una vita dissipata senza portarne le conseguenze sul volto.

C'è anche una scena in cui Dorian si scaglia con rabbia verso il pittore che involontariamente ha imprigionato la sua anima in quella che si rivelerà una maledizione: non subire mai le conseguenze delle proprie azioni.

Per chi non conoscesse la storia, Dorian infatti passa indenne, nel suo aspetto fisico, attraverso gli anni, grazie ad un ritratto: sarà la sua immagine dipinta ad invecchiare al posto suo. La disperazione a cui arriverà il giovane sarà allora anche qulla di non poter mai apparire per quello che è davanti agli occhi degli altri.

E lui, giovane sensibile, porterà avanti una vita di vizi anche per debolezza. La debolezza di non sapere resistere alle tentazioni corromperà quindi la sua anima, ma non del tutto da eliminare la sofferenza della sua coscienza. Chissà se il film riuscirà a trasmetterci tutto questo.

Oscar Wilde
Dorian Gray
Mondadori
8 euro

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO