Confermate le prime rivelazioni de Il simbolo perduto di Dan Brown

La statua Kryptos

Nell'introduzione del suo ultimo romanzo, Il simbolo perduto (in Italia dal 23 ottobre), Dan Brown scrive: «nel 1991 un documento fu chiuso nella cassaforte del direttore della CIA. È tuttora lì dentro, e il suo testo criptato contiene riferimenti a un luogo sotterraneo sconosciuto. Il documento ... comprende la frase: "è seppellito lì, da qualche parte"». Secondo Dan Brown, l'ignoto documento contiene la risposta ad un mistero vecchio di venti anni, quello della statua denominata Kryptos.

Kryptos è una misteriosa scultura commissionata dalla CIA e posta nel quartier generale dell'agenzia nel 1991. Una bella pagina sul sito dei servizi segreti USA consente di svolgere un tour virtuale alla scoperta di Kryptos, che altro non è se non un enorme pannello ondulato, con incisi circa 1800 caratteri in codice (v. foto).

Secondo la CIA, nessuno ha mai saputo decifrare il messaggio inscritto sulla statua, ma Il simbolo perduto di Dan Brown afferma il contrario. Il documento consegnato all'allora direttore dell'agenzia William Webster conterrebbe la chiave di volta del mistero, cioè il codice per decodificare Kryptos e carpirne il significato relativo a qualcosa di «sotterraneo» e «seppellito da qualche parte» sotto Washington.

J.J.Green, collaboratore dell'emittente radiofonica di Washington WTOP 103.5 FM, ha svolto delle indagini a tempo di record, interpellando una fonte segreta interna alla CIA, ed è in grado di confermare che Dan Brown dice la verità. Ammesso che siamo in presenza di un giornalista e non di un millantatore, a questo punto la domanda è una sola: cos'è seppellito sotto la capitale degli Stati Uniti?

Via | WTOP

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO