Una fitta rete di omicidi: Loop di Gian Conti

Copertina del libro Loop di Gian ContiEcco uno di quei libri di cui è difficile parlare. Per apprezzarlo pienamente bisogna leggerlo. Si tratta di Loop di Gian Conti, edito da Zandonai. Un romanzo intenso, tinto del giallo del mistero, ma anche del rosso macabro e di altre infinite tonalità di colori. Scritto con una prosa fluida e accattivante Loop narra di una serie di omicidi apparentemente slegati tra loro ma che sono intimamente connessi. Ecco il loop che dà il titolo al libro, il cerchio della morte: solo a giro completo si comprenderanno tutti gli elementi.

Il racconto degli eventi è preceduto da tre capitoli che, in un certo senso, destabilizzano perché sembra che non abbiano niente a che fare con il romanzo (soprattutto se si è letta la quarta di copertina si ha come l'impressione che sia stato commesso un grossolano errore...). Invece, se ci si lascia andare al gioco del cerchio della morte tutti gli elementi occupano il loro posto e danno vita ad un romanzo veramente bello.

Tra gli altri elementi di pregio del romanzo, c'è quello della descrizione dei luoghi: una descrizione di strade, incroci, situazioni che fanno vedere plasticamente dove si svolge l'azione dando l'impressione di essere proprio là nel momento in cui il tutto avviene. Molto ben curata la veste grafica e la cura dell'impaginazione. Sinceramente, da leggere.

Gian Conti
Loop
Zandonai 2008
pp. 315, euro 16

  • shares
  • +1
  • Mail