In occasione del G8 all'Aquila Berlusconi regala ai grandi della terra un libro di 25 chili

In occasione del G8 all'Aquila Berlusconi regala ai grandi della terra un libro di 25 chili
Si intitola "Antonio Canova. L'invenzione della bellezza" ed è stato stampato in soli dieci esemplari, ognuno del peso approssimativo di 25 chili, dovuti sicuramente più alla copertina in marmo di Carrara piuttosto che alla rilegatura in fili d'oro, ai broccati o alla carta fatta a mano che li compongono. E' questo il regalo che il presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi ha donato ai grandi della terra all'ultimo appuntamento che li ha visti tutti riuniti, il G8 a L'Aquila di qualche tempo fa.

Ognuno dei dieci esemplari, prodotti dalla "Fondazione Marilena Ferrari" e personalizzati uno ad uno da una dedica scritta a mano dai calligrafi, è stato impacchettato imperialmente, in una cassa di frassino e mogano rifiniti manualmente in foglia d'oro, ed è costata solo 460mila dollari cadauna. Se la matematica non mi inganna, i 460mila dollari per ogni esemplari, moltiplicati per dieci diventano circa 4milioni e mezzo di dollari.

Ora, non so esattamente quanto faccia questa cifra impressionante se trasformata in euro, ma in ogni caso non posso non chiedermi come sia possibile che il nostro primo ministro, nel contesto di una riunione organizzata per discutere della recessione economica, svoltosi tra le altre cose all'Aquila, città devastata dal recente terremoto, abbia potuto fare una cosa del genere. E mi viene in mente un verso di una canzone di Gaber che dice "Io non mi sento Italiano, ma per fortuna o purtroppo, lo sono" e la trovo tremendamente vera, solo che ultimamente quel "per fortuna" non riesco proprio a spiegarmelo.

Via | Repubblica.it
Foto | Marilenaferrari-fmr.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO