Poema a fumetti di Buzzati, lo spettacolo

Una serata interamente dedicata a Buzzati in occasione della mostra dedicata agli oltre 50 anni della Galleria Cortina di Milano.

Venerdì 24 maggio alle 21.00 l'universo di Buzzati ritorna ad incantare gli interessati, che sono invitati a partecipare allo spettacolo intitolato "Poema a Fumetti" come la celebre opera illustrata dello scrittore veneto che ha stregato tanti lettori con il suo misterioso ed intangibile deserto dei Tartari.
Un appuntamento ad ingresso libero, organizzato presso la Galleria d’Arte Contemporanea Virgilio Guidi, Cascina Roma, Piazza delle Arti, San Donato Milanese.
E se i testi e i disegni appartengono al sopracitato autore, la loro composizione, con tanto di videoproiezione delle deriva da un adattamento prodotto dal Teatro Stabile di Verona con Paolo Valerio, e le musiche di accompagnamento, eseguite dal vivo al pianoforte da Sabrina Reale, sono quelle di Antonio Di Pofi.
Una rappresentazione che sarà seguita dall'intervento della studiosa Maria Teresa Ferrari, giornalista e critica d’arte, che percorrerà la trama di un 'raffinato gioco di citazioni e autocitazioni" ricostruendo passo passo lo spessore di un'opera troppo spesso ingiustamente trascurata e riscoperta nell'ambito delle iniziative legate ai cinquant'anni della Galleria Cortina di Milano, testimonianza della lunga passione di una famiglia per l'arte del secolo scorso e del primo sorcio di quello attuale che resta immortalata anche in alcuni ritratti fotografici e in un'affettuosa lettera, che punteggiano le pagine del catalogo, scaricabile sul sito della galleria.


"Capita nella vita di fare cose che piacciono senza riserve, cose che vengono su dai visceri. Poema a fumetti è per me una di queste, come Il deserto dei Tartari, come Un amore."
Così Dino Buzzati presentava ai suoi lettori questo libro, troppo a lungo sottovalutato, se non dimenticato. Uscito con grande scalpore nel 1969, è infatti rimasto irreperibile nelle librerie. In questa rilettura in chiave moderna del mito di Orfeo e Euridice, Buzzati ci parla di se stesso, concentrando in 208 tavole a colori tutti i temi a lui più cari, a partire dall’eterno dialogo tra la vita e la morte. Attraverso un raffinato gioco di citazioni e autocitazioni, l’omaggio ad artisti di ogni epoca, la contaminazione di generi, queste pagine svelano l’intero universo creativo di Dino Buzzati, i suoi riferimenti culturali, le fonti di ispirazione, le suggestioni infantili, gli interessi di adulto, il metodo di lavoro. Facendo di Poema a fumetti un libro che ne racchiude in sé molti altri, come solo i capolavori possono fare.

Nelle immagini la locandina dell'evento e la pagina 180 di "Poema a fumetti", Dino Buzzati, 1969, china su carta, cm 37x27.

Via | teatrostabileverona.it/poema_a_fumetti

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail