Salone del Libro di Torino, nonostante la crisi i libri per l'infanzia vanno alla grande

Piccola incursione nella libreria dei bambini al padiglione 5 del Salone del Libro di Torino, siamo andati a vedere quali sono i titoli più gettonati e a chidere come vanno le vendite.

Libri per bambini Salone del Libro Torino
C'è un luogo nel brulicante Salone del Libro di Torino, che è un po' un'isola felice per i -tanti- bambini che, complice un weekend alluvionale, visitano la manifestazione con la famiglia; il luogo felice è la libreria a loro dedicata, nel lato più luminoso del padiglione 5 e -guardacaso- vicino vicino allo stand del cioccolato... Per riavermi dallo stress da folla, ci faccio un salto, a guidarmi verso di lei, i pannelli celebrativi della mostra Were the wild things are dedicata a Maurice Sendak.

I titoli in esposizione sugli scaffali in cartone grezzo ad altezza bimbo, sono numerosissimi; nel mucchio però, tra i molti dedicati a cani e gatti e alle suggestioni d'Oriente, l'attrazione scatta fatale per un quadernetto di appunti gastronomici sulla tradizione giapponese (che a casa sarà molto apprezzato!) e una volta alla cassa, chiedo subito come vanno le vendite. La commessa (studentessa universitaria che studia giornalismo) mi spiega che a stravendere sono sempre i soliti titoloni legati a serie tv, cinema e casi editoriali con scia lunga tipo Diario di una schiappa, Geronimo Stilton, Peppa Pig, ma anche Roal Dahl e per gli adolescenti, i volumoni di Licia Troisi. Vanno bene le storie sulla natura e gli animali, e a sorpresa, sono più i maschietti a leggere, almeno nella fascia dai 10 anni in su.

Chi spende di più? L'affluenza qui è molto alta e i più propensi all'acquisto sono i genitori e i nonni, sempre più aperti e curiosi verso i titoli esteri; gran successo quest'anno per le fiabe e gli illustrati stranieri, tipo il Chile (paese ospite di questa edizione) e soprattutto i francesi. Bonne lecture!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail