Ennesima vittima tra le librerie di Milano. Chiudono anche gli Archivi del 900

archivi del 900
Per chi non ci avesse mai messo piede gli Archivi del 900 erano un'oasi di cultura ritagliata nella sempre più barbara e ignorante città di Milano, un'oasi che ora, come prima di lei numerosissime altre negli utlimi mesi, scomparirà da via Montevideo, nei pressi del Parco Solari, da quelle due vetrine zeppe di libri di tutti i tipi, dalle introvabili prime edizioni alle perle delle piccole e microscopiche case editrici.

E così gli Archivi del 900 lasciano via Montevideo, un po' come è successo alla Sherlockiana, la storica libreria del giallo, come è successo alla libreria di Porta Romana, a quella Francese, come succedere, pian piano a tutte quelle oasi di cultura che ancora a stento resistono sotto il peso di affitti allucinanti e dell'ignoranza collettiva.

Un'altra occasione persa dunque, per questa città che lentamente sta spegnendo la sua spinta culturale, da tempo sopita, una città che preferisce spendere miliardi di euro per cercare di grattare il cielo con un palazzo alto centinaia di metri, che attuare delle politiche di affitto umane, una città che ormai non ha più tempo per leggere, per tenere in vita l'anima dei suoi cittadini.

Via | Il Giornale
Foto | Alessandro Brunello - Narrabilando

  • shares
  • Mail