L'ulisse di James Joyce è il libro più caro di tutto il novecento

james joyce
La letteratura è certo quella, tra le attività umane, dove più si concentrano i paradossi. L'ultimo dei paradossi che l'universo delle finzioni ci ha donato è stato registrato qualche giorno fa a Londra, al Antiquarian Book Fair dove un esemplare della rara edizione del 1922 dell'Ulisse di James Joyce, vale a dire uno dei romanzi più rivoluzionari e complessi (forse di più difficile da leggere c'è solo, sempre di Joyce, il Finnegans wake) di tutto il novecento letterario e, contemporaneamente, uno dei romanzi meno letti della storia della letteratura, è stato venduto, dopo una sanguinosa asta tra collezionisti, alla cifra record di 275.000 sterline (circa 312.000 euro), una cifra mai raggiunta prima d'ora da un libro del XX secolo.

E così la straordinaria giornata di Leopold Bloom, raccontata da Joyce nel suo Ulisse moderno, oltre ad essere ricordata come l'opera che rivelò al mondo lo stream of consciousness, il flusso di coscienza, sarà anche ricordata come l'opera più cara di tutto il secolo.

Via | Adnkronos
Foto | Time

  • shares
  • +1
  • Mail