I Tascabili Einaudi scontati del 30%, ma è proprio vero?

einaudi 30% di sconto
E' ormai 15 giorni che su tutti i titoli in formato tascabile della casa editrice Einaudi viene applicato il 30% di sconto, un'offerta che spesso, più o meno una volta all'anno, viene riproposta, un po' per incentivare la lettura (e questo merita un plauso), un po' per svuotare i magazzini (e anche questo ci può stare). Il problema però, come mi hanno fatto notare alcuni amici è che parallelamente allo sconto del 30% c'è stato un aumento di alcuni dei titoli del catalogo tascabili che praticamente vanifica, del tutto o in parte, lo sconto promozionale.

Da ieri infatti, alcuni titoli del catalogo hanno visto il loro prezzo di copertina aumentare, e non di poco: gli esempi a nostra disposizione (a proposito, ringrazio per la segnalazione gli amici Juri Testa ed Edna Pontellier) sono solo alcuni: le Storie di Cronopios e Famas di Julio Cortázar sono passate da 8,80 euro a 10,50 (+19% circa); Menzogna e Sortilegio da 13,50 a 15 (+11% circa); Zazie nel metro di Raymond Queneau da 9,50 a 10,50 (+ 10% circa), ma vi invito a segnalarci nei commenti tutti i casi di aumento di cui vi accorgete.

E' una vera truffa, dopo il caso Saramago di cui abbiamo parlato qualche giorno fa questo è il secondo duro colpo alla credibilità della casa editrice Einaudi (almeno per quanto mi riguarda) nel giro di una settimana. E pensare che l'Einaudi era una delle case editrici più serie e interessanti non solo del panorama nazionale ma anche di quello europeo: ora di quella grandiosa epoca non restano che le macerie fumanti.

Via | El Aleph

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: