Non luoghi e Il bello della bicicletta, di Marc Augè

non luoghiE' uscito a fine mese per le edizioni Eleuthera la ristampa di 'Nonluoghi', un titolo di Marc Augè, antropologo e direttore all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Stampato in Italia per la prima volta nel 1993, questo è il titolo completo: 'Nonluoghi. Introduzione a una antropologia della surmodernità'.

ll testo parla di quegli spazi dell'anonimato frequentati da individui simili ma soli. Sono nonluoghi, continua la presentazione del libro, " supermercati, le grandi catene alberghiere con le loro camere intercambiabili, ma anche i campi profughi dove sono parcheggiati a tempo indeterminato i rifugiati da guerre e miserie".

A me ricorda in qualche modo la Vicevita di Valerio Magrelli (Laterza), di cui avevamo parlato.Di Augè segnaliamo anche un'altra 'chicca', 'Il bello della bicicletta', appena uscito per Bollati Boringhieri, dove analizza 'il nuovo umanesimo dei ciclisti', sempre più numerosi anche nelle nostre città.

Marc Augè
Non luoghi
Eleuthera ed.
10 euro

Marc Augè
Il bello della bicicletta
Bollati Boringhieri
8 euro

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: