Baladin. La birra artigianale è tutta colpa di Teo, biografia di Musso

La biografia del primo birraio artigianale d'Italia, che ha fatto la storia.


Siete appassionati di birra artigianale? Ecco allora il libro che fa per voi. Uscirà il prossimo 8 maggio, ed il titolo è chiaro: Baladin.La birra artigianale è tutta colpa di Teo. Si tratta naturalmente della biografia di Teo Musso, fondatore del Birrificio Baladin di Piozzo (CN, Piemonte), che ha dato il via al movimento della birra artigianale in Italia.

Il volume è edito da Feltrinelli e racconta le vicende che hanno segnato il percorso della birra di Teo Musso, il primo impianto per la birra nella stalla di casa nel 1996 (con i tubi sotterranei per portarla al pub nella pizza), la gioventù un po' punk un po' new wave, l'idea dei pub diventati ormai un cult in tutto il mondo, lo sbarco a Eataly New York, passando dalla creazione del bicchiere Teku con Kuaska (che nasce proprio dall'unione delle due sillabe iniziali Te(o)-Ku(aska) dei creatori), fino alla carrellata di tutte le ispirazioni che hanno prodotto le birre, ovvero la nascita del figlio Isaac, la fine del rapporto con Nora, l'amico immaginario della figlia, fino ad arrivare a quella Normale (fatta per Lurisia) che sfida l'associazione birra normale=birra brutta.

Il libro, con prefazione di Carlo Petrini e scritto con la collaborazione di Marco Drago, narra la storia di questo birraio fuori dal comune, che è stato capace nella terra del Barolo, di cambiare le carte in tavola e far diventare la birra artigianale uno dei prodotti più ricercati in Italia.

Marco Drago, Teo Musso
Baladin. La birra artigianale è tutta colpa di Teo
Feltrinelli
14,00 euro

Foto | Particolare della copertina

  • shares
  • Mail