Un sorriso per sempre, di Maria Serra

Ecco un bellissimo libro per bambini, da una casa editrice che si chiama proprio così: Piccola casa editrice. Qui stiamo parlando - come si comprende dall'immagine di copertina - di adozione a distanza.

E' proprio una bella idea, quella di far capire cosa vuol dire “adottare a distanza” un bambino e, a volte, una intera famiglia. E il volume Un sorriso per sempre riesce a farlo capire raccontando le storie di chi è stato adottato, e di come è cambiata, anche nella quotidianità, la sua esistenza, grazie a questo splendido gesto.

C'è ad esempio Kito, un bimbo ruandese che dopo che la guerra gli ha portato via mamma e papà non va più a scuola, ma un giorno a casa sua arriva una maestra in carne e ossa tutta per lui.

Oppure la palestinese Jamila che è giorni che salta la merenda in classe e che proprio il giorno di Natale, davanti alla sua tavola vuota, riceve una bella notizia.

E poi in Kazakhstan c'è Beatrisa, che non parla mai e non capisce perchè un giorno i genitori decidono di non mandarla più a scuola, mentre l'argentina Juanita acquisisce due sorelle “adottive” gemelle e pestifere.

Oppure c'è Bikila, che finalmente trova il modo di imparare il mestiere che sogna di fare, il falegname, e di arricchire lil salotto di casa con sedie e tavoli fatti in casa.

Il libro, leggo, è realizzato in collaborazione con Fondazione AVSI una ONLUS, nata nel 1972 che si occupa di adozioni internazionali, ed è impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo di Africa, America Latina e Caraibi, Est Europa, Medio Oriente, Asia.

M. Serra
Un sorriso per sempre
Piccola casa editrice
12 euro
età di lettura 8-10 anni

  • shares
  • Mail