Echo, di Jack McDevitt, e Le fontane del paradiso, di Arthur C. Clarke. Urania aprile

urania-aprile-2013

Echo

, di Jack McDevitt, e Le fontane del paradiso, di Arthur C. Clarke, sono i romanzi che Mondadori propone ad aprile per la collana da edicola Urania.

Già autore di Seeker (Urania 1546) - vincitore del Premio Nebula e terzo del ciclo di romanzi stand-alone incentrati sull'antiquario (interstellare) Alex Benedict, ambientati 10.000 anni nel futuro - Jack McDevitt è un apprezzato scrittore americano di fantascienza, amante di antiche razze aliene, spazio, misteri e xenoarcheologia (temi presenti anche nel suo secondo ciclo, The Academy, incentrato sulle avventure della pilota spaziale Priscilla Hutchins, giunto in Italia nel 1998 con Il sonno degli Dei/The Engines of God, Urania 1340).

In Echo, Nebula nominee 2011, quinto libro del ciclo di Alex Benedict, l'antiquario e la sua fida assistente e voce narrante Chase Kolpath, dopo l'osservazione di una tavola scritta in una lingua sconosciuta, si metteranno sulle mysteriose tracce di un'antica civiltà aliena. E ci saranno voli spaziali, scoperte, ma anche intrighi, azione e suspense.

Ciclo di Alex Benedict
1. A Talent for War, 1989
2. Polaris, 2004
3. Seeker, 2006 (Seeker, Urania 1546, 2009)
4. The Devil's Eye, 2008
5. Echo, 2010 (Echo, Urania 1593, 2013)
6. Firebird, 2011


Il classico in uscita per la "sotto-collana" Urania Collezione - che da un paio di mesi sfoggia, come la "collega" trimestrale Millemondi e, poco prima, la stessa collana "madre", una nuova veste grafica, vintage e uniformante - è Le fontane del paradiso, dell'inglese Arthur C. Clarke (1917-2008), pluripremiato scrittore di fantascienza hard (tecnologica), universalmente noto grazie al film di Kubrick 2001: Odissea nello spazio, ispirato al suo racconto The Sentinel, 1948, ampliato in romanzo nel 1968 proprio sulla base della sceneggiatura e in collaborazione col regista.

Ne Le fontane del paradiso (The Fountains of Paradise, 1979), premio Hugo e Nebula (BSFA e Locus nominee), assente dall'Italia dal 1979 (Urania 796), Clarke - forte di una visione ottimistica della scienza - racconta la storia della costruzione di un ascensore spaziale nel 22esimo secolo.

Si tratta di una struttura gigantesca che va dalla Terra a un satellite in orbita geostazionaria (orbita che è conosciuta, nella realtà, anche come Orbita Clarke o Fascia di Clarke per un'ipotesi dello scrittore nell'ambito delle telecomunicazioni). La struttura verrebbe poi utilizzata per inviare carichi e passeggeri nello spazio senza l'impiego di razzi dalla Terra e, quindi, con costi infinitamente inferiori.

Nonostante i problemi e gli incidenti di percorso, la struttura verrà ultimata e, nel futuro remoto, sarà proprio un sistema di ascensori spaziali a consentire la vita di parte del genere umano.

Jack McDevitt
Echo, 2013 (Echo, 2010)
Urania (Mondadori)
€ 4,90
e
Arthur C. Clarke
Le fontane del paradiso, 2013 (The Fountains of Paradise, 1979)
Urania Collezione (Mondadori)
€ 5,90
In edicola nei prossimi giorni

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy e fantastico in generale, molto di urban fantasy & paranormal romance, sia per young adult(s) che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO