8 marzo col Piccolo Dizionario delle Italiane di Emanuela Bruni

Per la Festa della donna 2013, ci siamo immersi in un viaggio lungo le parole in una raccolta che riunisce nel "Piccolo Dizionario delle Italiane" di Emanuela Bruni, il lungo e accidentato percorso di molte connazionali del passato lontano e recente. Gli ultimi secoli, con qualche incursione ancora più indietro, riuniti in settanta lemmi raccolti dalla Bruni, giornalista, esperta di comunicazione e prima donna a guidare l’Ufficio del cerimoniale di Stato, presso il quale, in veste di direttore per le relazioni esterne del Comitato per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ha avuto modo di curare le manifestazioni nazionali, prestando un'attenzione particolare alla riscoperta del ruolo della donna nella storia d’Italia, maturando suggestioni che, unite ad una particolare sensibilità sociale, sono sfociate in un vocabolario sui generis, la cui lettura è molto più piacevole dei tradizionali tomi appartenenti alla "specie".

Dalla A di aborto, raccontato con le testimonianze della cittadina Eleonora Pimentel Fonseca, e della contestatrice Oriana Fallaci, sino alla Z di zitella, passando per la L di laureata, la M di moglie e madre in un arcobaleno di volti per rendere onore a tutte le donne, oltre ogni cliché.
Tra un auspicio formulato da un decano come il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che amerebbe vedere le donne su ben altre poltrone, alla realtà, spesso rude e di senso inverso, un mare di definizioni popolano un dizionario originale, che germoglia da un bisogno identitario forte e identifica alcuni punti fermi di quella che può quasi esser considerata come una "questione femminile", al pari della più nota "questione meridionale". In occasione di una ricorrenza che spesso fraintende il suo stesso intimo senso e rischia di diventare fonte di sollevamenti morali di infima durata, vi portiamo dritti tra le pagine di un libro un po' particolare. E se le eroine del risorgimento hanno finalmente visto tessere le loro lodi in occasione del 150esimo anniversario dell'unità d'Italia, grazia all'impegno dell'autrice, è soprattutto alle donne di oggi e domani che parlano queste pagine.

Garibaldine o mazziniane, patriote, operaie e madri, impegnate nelle fabbriche, nelle case popolari, in strada e nei salotti, armi nelle mani dei politici di turno e personaggi di un certo spessore come il Conte di Cavour e Nilde Iotti. Tra corredi e malie, importanti avvenimenti sociali e rivoluzioni, brigantesse fatali e deliziose bambole da vezzeggiare, poliglotte e letterate contro ogni vincolo tradizionale e istituzionale, ma anche analfabeti, abilissime artigiane, madri coraggio e combattenti infaticabili. Grandi nomi della storia e dalla cultura, ma anche tante protagoniste delle piccole e grandi avventure di tutti i giorni, unite sempre, e non solo in occasione di sporadiche commemorazioni, dalla volontà di emanciparsi da un immagine troppo spesso restrittiva e quasi sempre poco corrispondente al reale portato umano di esistenze ricche di sfide continue.

Piccoli spezzoni letterari per introdurre riflessioni che inquadrano non solo il contemporaneo, ma anche le grandi tappe degli ultimi due secoli. Esemplificativo il passaggio di status delle Zitelle da "problema sociale" a energica potenzialità di una realtà che avanza, lentamente ma progressivamente, verso un terreno di intesa comune.

Piccolo dizionario delle italiane
Emanuela Bruni
Mursia
8 marzo 2013
pgg. 242
euro 15,00

Via | facebook.com/pages/Gruppo-Ugo-Mursia-Editore


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO