Precari? "Un nuovo contratto per tutti"

di Tito Boeri e Pietro Garibaldi Una delle piaghe della nostra società è sicuramente la disoccupazione. Anche se negli ultimi anni sembra essere calata, i lavoratori non sono soddisfatti. Molti sono i precari e pochi sono coloro che vedono cambiare il proprio contratto da tempo determinato a tempo indeterminato. Dunque la situazione italiana non è delle più rosee, visto che in Europa siamo il paese con i salari più bassi.

E allora qual è la soluzione? I rimedi ci sono e li offrono i professori Tito Boeri e Pietro Garibaldi in “Un contratto nuovo per tutti”. Il primo passo è un contratto unico senza scadenza per tutti i lavoratori e con tutele gradualmente crescenti ma occorre anche un salario minimo e riformare gli ammortizzatori sociali. Dunque Boeri e Garibaldi propongono un’attenta analisi della società italiana “per avere più lavoro, salari più alti e meno discriminazione”. La proposta sembra essere chiara e semplice ma a questo punto sorge spontanea una domanda: come mai nessuno ci ha pensato prima?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO