Animali di periferia, di Donatella Alfonso

Animali di periferia, di Donatello AlfonsoCercare di capire le origini dei vari eventi che costellano la nostra storia è sempre importante perché ci aiuta a comprendere quel che è stato e ci insegna a non commettere più errori, se quel che è stato è qualcosa di negativo, o a trarne beneficio per migliorarsi, se stiamo parlando di qualcosa di positivo.

Prendiamo, per esempio, le Brigate Rosse. Una storia lontana, si dirà. Non proprio, viene da dire: non dimentichiamo che meno di un anno fa, il 7 maggio 2012, Roberto Adinolfi, amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, veniva gambizzato con una tecnica brigatista. Vale sempre la pena, come si può comprendere, cercare di capire il perché e il come degli eventi.

Alle origini del terrorismo italiano possiamo collocare il Gruppo XXII Ottobre, attivo a Genova tra il 1969 e il 1971. Leader del Gruppo fu Mario rossi e altri nomi di spicco furono Augusto Viel, Rinaldo Fiorani, Giuseppe Battaglia, Adolfo Sanguineti, Gino Piccardo, Diego Vandelli, Aldo De Sciciolo e Cesare Maino.

I giornalisti dell’epoca definivano i membri di questo gruppo come i tupamaros della Val Bisagno (una delle principali valli del Genovesato). Loro, invece, preferivano definirsi “animali da periferia, meno addomesticabili e più selvatici”. È proprio questa definizione che funge da titolo al denso saggio di Donatella Alfonso Animali di periferia, pubblicato da Castelvecchi nell’ottima collana RX. Il sottitolo del libro chiarisce benissimo di cosa si tratta: Le origini del terrorismo tra golpe e resistenza tradita. La storia inedita della banda XXII ottobre.

La ricostruzione della storia della XXII ottobre da parte di Donatella Alfonso, giornalista di Repubblica, è rigorosa e accurata, ed è corredata da diverse foto fuori testo e un’appendice biblio-sito-videografica che permetterà a chi vuole di approfondire personalmente “le orgini del terrorismo” in Italia.

Donatella Alfonso
Animali di periferia.
Le origini del terrorismo tra golpe e resistenza tradita: la storia inedita della banda XXII ottobre

Castelvecchi, 2012
ISBN 978-88-7615-721-9
pp. 234, euro 17,50

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail