Libri in Parlamento, una campagna facebook per sensibilizzare i politici alla causa della cultura


Quante volte ci sarebbe piaciuto ribattere alle dichiarazioni del politico di turno con una bella frase tratta dai nostri libri preferiti? Gli accaniti lettori con una certa attenzione all'attualità saranno pronti a rispondere indicando innumerevoli occasioni, che si moltiplicano in maniera esponenziale in tempi di campagna elettorale come questi, o almeno è quello che sinceramente ho sognato di fare molto spesso, limitandomi come tanti altri, ad esprimere il mio pensiero in qualche commento social.
E anche stavolta la proposta parte proprio da una di queste grandi piazze virtuali per consolidarsi in "Libri in Parlamento", la campagna ideata da Libreriamo.it con gli utenti di Facebook che sono chiamati in causa direttamente con un invito che li spinge nel ruolo di "Book Premier" a frugar nella memoria per "inviare una frase tratta dal loro libro preferito e che vorrebbero consegnare ai politici per governare meglio".
Le citazioni raccolte andranno a formare un singolare Programma di Governo da consegnare al prossimo Premier in un'iniziativa costruita per raggiungere, con la potente arma della riflessione della quale ci avvaliamo ogni giorno, un obiettivo preciso:

Scopo dell’originale campagna quello di sensibilizzare la classe politica ad una maggiore attenzione nei confronti della cultura, partendo dall’immenso patrimonio contenuto nei libri.


Ribadito dall'estratto altamente profetico, proveniente dall'Incipit de "La crisi italiana" di Paolo Sylos Labini (1995) e segnalato sulla bacheca facebook di libreriamo da Maria Grazia Mosconi:

Quella che stiamo vivendo è una crisi grave e sconcertante. Molti pensavano che l'Italia stava uscendo da un periodo oscuro, dominato da numerosi sintomi di degenerazione, fra cui una dilagante corruzione, per entrare in tempi brevi in una fase di miglioramento politico e sociale. Finora di questo miglioramento non c'è alcuna indicazione, anzi, pare che sia in atto un grave peggioramento: aumenta giorno per giorno il numero di coloro che si vanno convincendo che siamo caduti dalla padella nella brace (con diversi elementi positivi a favore della padella).

Nell'immagine deputati, membri del governo e il Presidente Giorgio Napolitano partecipano alla cerimonia al Parlamento Italiano in occasione del 150° anniversario dell'unificazione italiana. Roma, 17 marzo 2011. AFP PHOTO / TIZIANA FABI (Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Via | libreriamo.it


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO