Alfa e Omega: Vortice

Vortice

Recentemente ripubblicato, Vortice è un romanzo in cui Alfredo Oriani (1852-1909) racconta le ultime ore di un uomo prima del proprio suicidio. Vortice è considerato da molti esperti una delle opere più significative del tardo '800 italiano. Leggiamone inizio e fine.

Incipit:

- Aspettatemi dunque! - esclamò l'avvocato Guglielmi, indugiando nel rimettersi il pastrano grigio da mezza stagione, e aperse la bussola, che dal caffè dava sotto il portico.
Gli altri due si erano fermati ad attenderlo.
Il portico leggermente ricurvo era poco illuminato; due guardie di pubblica sicurezza stavano addossate all'ultima colonna verso la piazza, che, stretta fra il doppio loggiato, a quell'ora e in quella tenebra sembrava anche più piccola.


Desinit:
Poi un'estrema convulsione di turbine, di abisso, di valanga d'incendio, lo fece quasi rivoltolare sopra se stesso; aprì gli occhi nella fiamma, e per una paura più terribile gridò:
- Mio Dio!
Ma l'enorme macchina gli era già passata furiosamente sulla testa, soffocando nel proprio fracasso di cateratta l'inutile parola.
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO