Alfa e Omega: La Congiura, uccidete Romano Prodi

Scritto da: -

Romano Prodi

La Congiura: uccidete Romano Prodi è un improbabile romanzo scritto da Michele D’Arcangelo (molti dei cui testi «hanno complessivamente venduto nel mondo oltre cinque milioni di copie e sono diventati testi scolastici in molti Paesi Arabi e Latino Americani», si legge sul retro di copertina) e pubblicato nel 2005 dalle edizioni Emilogos. Leggiamone incipit e desinit.

Incipit:

Stralcio di una conversazione avvenuta durante un incontro riservatissimo svoltosi, nell’ottobre del 2003, in una villa della Camilluccia. La frase che segue fa parte di una più ampia e compiuta intercettazione ambientale: “Sappiano i presenti che la eliminazione di Romano Prodi si rende necessaria non solo perché il personaggio potrebbe ostacolare il nostro piano, ma perché la morte del più autorevole rappresentante dell’Ulivo, procurata da esponenti di quell’estremismo islamico o anarchico italico che tutta la sinistra difende, creerà un tale disorientamento nelle forze politiche da permetterci di portare a compimento, indisturbati, la nostra operazione che definiremo in codice Omega“.

Desinit:

L’ANSA lanciò un primo dispaccio:
Questa mattina, in Piazza SS. Apostoli, un terrorista, che si suppone appartenesse a una cellula italiana di Al Qaeda, è morto durante uno sconto a fuoco con le Forze dell’Ordine. Pare che l’attentatore intendesse compiere un atto terroristico contro il Presidente Prodi che, avvertito in tempo dalla nostra Intelligence, ha ritardato di un’ora la sua visita alla sede elettorale dell’Ulivo.
Tutte le persone da noi intervistate non hanno rilasciato dichiarazioni. Sembra che la parola d’ordine sia il silenzio…

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Booksblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.