Alfa e Omega: Il broglio

Silvio Berlusconi

Il broglio è uno dei romanzi più controversi della recente letteratura italiana. Pubblicato immediatamente dopo le elezioni politiche generali del 2006, che videro prevalere di un soffio l'Unione di Romano Prodi dopo una stranissima progressione numerica nello spoglio delle schede, questo romanzo anonimo ha ipotizzato per primo l'esistenza di brogli elettorali ai danni della compagine di centrosinistra. Proponiamo incipit e desinit.

Incipit:

Non dovevano vincere le elezioni. E il Biondo non doveva sparire. Non doveva succedere tutto questo. E non doveva succedere così.
Questa storia cominciò un giorno che il cielo scorreva via veloce e c'erano nuvole come lividi, se alzavi il naso a guardare.
Era il 10 aprile. Un giorno che andavano a votare tutti quelli che non avevano votato il giorno prima, e il Biondo invece andò in Questura perché aveva una cosa da raccontare.


Desinit:
Il Signore diceva: "Non deviate il corso della giustizia a danno di uno straniero o di un orfano. Non prendete in pegno il vestito di una vedova. Non dimenticate che anche voi siete stati schiavi in Egitto e il Signore vostro Dio vi ha liberati di là. E quando raccogliete il grano nei vostri campi e dimenticate alcune spighe nel campo, non tornate a prenderle. Esse saranno dello straniero, dell'orfano e della vedova. Così il Signore, Vostro Dio, benedirà ogni vostra impresa".
Sto qui, cercando di capire. Ciao, Lara."
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO