Volk, di Graziano Cernoia e Marco Pasquini

medizioni, Modena City Ramblers, UazzaVolk, di Graziano Cernoia e Marco Pasquini (2008 - m.edizioni), è un racconto di viaggio, un salto tra le righe di un'esperienza personale che dialoga con la storia per scoprirne gli insegnamenti e registrarne le contraddizioni.

Graziano Cernoia, al secolo "Uazza", fonico dell'Estragon di Bologna nonché dei Modena City Ramblers, ci confida i segreti di una vita fatta di paranoie, studi di registrazione, tra spinelli e sbronze, amori, distruzione, di passaggio tra la Bosnia, la Palestina, l'Italia. Appunti di viaggio quasi intimistici, confidenziali, mai banali.

Rivisto a quattro mani con Marco Pasquini, Volk ha una struttura narrativa complessa, un linguaggio a tratti indecifrabile. Dal guazzabuglio di emozioni e dolori, però, emerge tutta la forza di un'umanità vera, viva perchè fragile, perchè vulnerabile.

Non c'è soluzione di continuità tra una confidenza e l'altra. Il presente fa da raccordo ai ricordi di un passato che pretende ascolto. Gli anni tolgono sempre qualcosa. Ma lasciano anche molto. Sta a noi decidere cosa farne.

Volk, popolo in tedesco, è comunione con gli altri, al di là delle individualità. Non ci si riconosce in nessuna bandiera, perchè non esistono bandiere, oltre le religioni, le etnie. Solo la gente che vive. Un libro brillante, per la malinconia che lo attraversa, per la spensierata sincerità con cui si racconta.

Volk
Graziano Cernoia, Marco Pasquini
m.edizioni
pp. 147
€ 10

  • shares
  • Mail