Random House sulla lista nera di un premio letterario americano

random house, libri, premi letterari Tempi duri per la Random House al centro della polemica sul controverso "Il gioiello di Medina". Dopo le critiche di Salman Rushdie, il premio letterario Langum Charitable Trust ha inserito sulla lista nera la casa editrice a causa della "vile auto-censura" del romanzo di Sherry Jones.

Fino a quando il libro non verrà pubblicato, il premio non prenderà in considerazione alcun libro della Random House o dei suoi affiliati. A questa forma di rimostranza formale, ma di assoluta importanza, si aggiungono le parole ben più pesanti del fondatore del premio David Langum.

"Questa forma di vigliaccheria porterà ad altrettante forme di autocensura ed è un attacco all'integrità delle pubblicazioni letterarie."

La rinuncia alla pubblicazione è una minaccia per tutta la letteratura, ha affermato Langum. Che sia giusto o no, la decisione del premio letterario apre un dibattito sulla libertà di espressione e sui doveri di un editore. Voi cosa ne pensate: la scelta della casa editrice è da biasimare o giustificare?

Fonte | the Bookseller
foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: