Gli editori e Hollywood

Scritto da: -

Era prevedibile: gli editori di libri per ragazzi, visto il grandissimo successo che alcuni bestseller hanno avuto, negli ultimi anni, nella loro trasposizione cinematografica, hanno deciso di mettere in piedi dei libri “ad hoc”. Dei libri, cioè, che non nascano dalla libera ispirazione di uno scrittore, ma che abbiano alcuni ingredienti che, prevedibilmente, li possano trasformare in successi al botteghino.

E’ il caso di Simon & Schuster, che hanno deciso un cambiamento di strategia di marketing, includendo nel contratto anche dei diritti per l’editore nel momento in cui i personaggi del libro diventeranno anche solo dei “gadget”.

Ma l’idea è anche di progettare una serie di libri per ragazzi di possibile successo anche al cinema. Non a caso il primo autore ingaggiato per questo progetto è il film maker David O. Russel. ” Tradizionalmente, l’incentivo per un editore è quello di vendere libri” dice Ellen Goldsmith-Vein della Gotham Group, che ha una partnership esclusiva con la Simon & Schuster “adesso è previsto un guadagno anche per la trasformaizone in film o telefilm e in altre forme mediatiche”.

Via | NY Times
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Gli editori e Hollywood

    Posted by: DaniB

    personalmente mi sembra sia la tendenza degli scrittori del momento in generale.. fare il libro-pacchetto-film, che per l'amor del cielo niente di male se non fosse che a perderci, quasi sempre è lo stile. Scritto il Date —