Libri online, Microsoft rinuncia alla biblioteca digitale

Microsoft, Redmond, Gates Dal 23 maggio il servizio di ricerca di testi digitalizzati e di articoli specialistici di Microsoft non é più raggiungibile. Il colosso di Redmond rinuncia al progetto Live Search Books e Live Search Academic iniziato nel 2006 al fianco di Open Content Alliance.

La defezione segna un cambiamento di strategia a livello globale. Anche se nel post che annuncia l'insuccesso del progetto, non viene fatto alcun riferimento alla concorrenza con Google, la rinuncia di Microsoft segna la sconfitta di una scelta che puntava direttamente alla collaborazione con le istituzioni e con i detentori dei diritti. Google, al contrario, scansiona testi di ogni tipo e lascia che gli autori ne rivendichino la paternità dell'opera.

La rinuncia di Microsoft alla rincorsa su Google nella digitalizzazione dei testi, dimostra il successo delle logiche open e di un approccio gratuito nei confronti dell'utenza. La chiusura del diritto d'autore e il modello del "software in scatola" che hanno fatto la fortuna di Microsoft non sono competitivi nella distribuzione di servizi in rete. Google - Microsoft: 1 a 0. Per ora. Quale sarà il futuro della cultura sul web?

Fonte | Punto Informatico
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail