Ebook: Il Calisutra di Franco Califano /6

Sesta puntata del Calisutra di Franco Califano (le puntate precedenti: 1 - 2 - 3 - 4 - 5). Il Califfo si dedica all'estetica, poi alla posizione del missionario e della pecora. La lettura è STRETTAMENTE riservata a un pubblico adulto.

Un po' di estetica

I cambiamenti degli ultimi cinquant'anni non riguardano solo l'equilibrio di coppia, ma anche il guardaroba femminile. La battaglia per l'abbigliamento è una missione impervia, ma la ricompensa finale sarà dolce più di mille profumi d'Oriente: l'aspetto femminile ben curato, levigato ed elegante, arrapante e seducente è fondamentale. Ma le donne spesso non capiscono, o non vogliono capire...

Uno degli obiettivi della crociata è restituire alla gonna il ruolo centrale che aveva molti anni fa. Alcune donne che in jeans non valgono niente, con la gonna diventano altre persone.

Se poi a questo indumento si aggiunge il reggicalze, la femmina così abbigliata può intrigare in maniera vertiginosa. Attenzione però, quando dico reggicalze intendo l'originale, e non le autoreggenti, che fanno uno strano effetto salsiccia.

L'autoreggente maltratta la gamba, ne distorce la forma naturale, e pensando di fare meglio si rischia di rovinare tutto. Allora, a quel punto, è meglio il collant aperto sotto, quello con la fessura nel punto giusto. E resta inteso che di collant classici non voglio neanche sentir parlare.

Il fatto è che le nostre compagne devono smetterla di voler piacere a se stesse. Quello della comodità è un falso mito, in cui le donne tendono a voler somigliare a noi maschi: niente trucco, una maglietta, un bel paio di pantaloni e via. Non funziona.

Si stanno dimenticando che esistiamo pure noi, e che è per noi che si devono fare belle e mettersi in tiro. Se una ragazza si presenta a un appuntamento vestita come dico io, posso anche farci l'amore per tre giorni di seguito. Invece, certe volte mettere una mano sulla gamba di una donna coi jeans è come metterla su quella di un amico.

Dunque non dimenticate mai questi insegnamenti e combattete uniti nel segno di una donna fatta su misura per noi - come loro lottano senza sosta per renderci esattamente come piacciamo a loro.

Abbigliamento a parte, come si giudica la bellezza di una donna? Per discernere alla perfezione la bellezza femminile, provate a guardare la vostra compagna di profilo e valutatela attentamente. Magari in bikini, baciata dal sole, quando rivela all'Universo l'evidenza del suo sesso, col monte di Venere in controluce. O quando è sdraiata, con l'elastico del costume che, teso dalle due ossa del bacino, regala alla vista più di quanto potevamo sperare. È in quegli attimi che le nostre sorelle dimostrano la loro essenza divina.

Le posizioni

L'approccio orientale al piacere sessuale prevede una miriade di contorcimenti più vicini all'esercizio di stile che alla vera sapienza amatoria. Al contrario, discepoli miei carissimi, io dichiaro: aprite il vostro cuore alla visione occidentale della copula, e preparatevi a diffondere tra le genti questi preziosi insegnamenti.

Ascoltate il Maestro: in verità le posizioni veramente arrapanti che abbiamo a disposizione si contano sulle dita di una mano.

Il segreto consiste nel farle fruttare, cercando di ricavarne il massimo piacere. Per farlo ci vuole tanta pratica, ma non solo: si deve agire di fantasia e bisogna buttarsi senza troppi pudori, senza paracadute. Il sesso deve vivere di libertà e passione, sennò diventa ministeriale.

Il missionario

Per cominciare direi che quella del missionario, sotto le coperte, possiamo lasciarla ai poveri di spirito. A letto puoi soltanto terminare quello che hai cominciato altrove: sennò fa subito famiglia, bambini nelle altre stanze che non devono sentire i rumori, e ciò non è bene. Proseguiamo quindi con le altre.

La pecora

La pecora illuminerà la vostra visione dell'Eterno.

Sebbene si possa obiettare che si tratta della posizione più animalesca, questo non deve assolutamente frenarvi, perché essa ripropone esattamente le inviolabili leggi della Natura. Che noi rispettiamo rendendo loro un devoto omaggio.

L'idea di possedere una donna, potendo controllare i suoi movimenti mentre la si guarda da dietro, assaporando le contrazioni dei suoi muscoli della schiena, tenerla per le spalle, o per i lunghi capelli, dovrebbe farvi passare ogni dubbio.

Senza dimenticare che alla vostra compagna piacerà sicuramente l'idea di essere dominata senza che ciò avvenga in termini espliciti. Anche perché la penetrazione da questa posizione le consente di gustare la vostra virilità in tutta la sua potenza.

Eppoi, diciamolo sinceri: una donna, anche la più raffinata e delicata d'animo, quando è il momento giusto vuole sentirsi presa e ingroppata come un animale.

Altrimenti perché tutte quelle espressioni, quelle invocazioni, quelle preghiere che tante volte ascoltammo, «Sì, dammelo», «Ancora, ancora»?. La donna quando è a pecora si sente bestia e bestia vuole restare, e forse la aiuta il fatto di darvi le spalle, perché se vi dovesse guardare negli occhi certe cose porche non le direbbe. Così invece si libera. E mentre assecondate sapientemente il suo selvaggio bisogno di cazzo, voi potete guardare più in là, verso l'estasi, verso l'assoluto...

La prossima puntata, martedì 7 aprile.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO