Il passare del tempo nella poesia “Lamento della favorita” di Po Chü-i

Il tempo che passa e la bellezza che sfiorisce in “Lamento della favorita” del poeta cinese Po Chü-i

L'autunno è un po' la stagione dei ripensamenti: complice il tempo che spesso costringe a casa, ci si lascia andare a riflessioni e si ha più tempo per leggere. Il poeta cinese Po Chü-i (772-846) non ci parla dell'autunno nella sua poesia Lamento della favorita, il passare del tempo e lo sfiorire la fanno lo stesso da padrone. La favorita protagonista della poesia, infatti, teme l'incombente sfiorire della bellezza e lascia correre il tempo, in attesa del mattino, appoggiata al braciere.

Una particolarità della poesia di Po Chü-i è che prima scriveva le sue poesie, poi le leggeva alla sua domestica e infine, se del caso, le ritoccava con i consigli che costei gli dava.

Il tempo che passa e la bellezza che sfiorisce in “Lamento della favorita” del poeta cinese Po Chü-i

Lamento della favorita

Le lacrime tutte sono finite nella pezzuola di seta,
ma i sogni ancora non sono venuti.

Nella notte profonda, dalla sala di fronte
viene un suono cadenzato di canti.

Il mio volto di rosa, non ancora sfiorito,
troppo presto ha perduto i favori.

Appoggiata al braciere,
siedo sino al mattino.

Foto | Ramón Peco - Nature Pictures by ForestWander

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO