Quella sera dorata, di Peter Cameron

Adam, Arden e Caroline vivono in un posto sperduto dell'Uruguay, in una villa che si chiama Ochos Ríos, circondati dalla foresta. Il paese più vicino è a quindici chilometri. A dire la verità, Adam vive col suo compagno Pete in un mulino a due passi dalla villa in cui Caroline e Arden stanno insieme alla piccola Porzia, la figlia di Arden.

Il posto è isolato, quasi irreale e senza tempo, e qui vivono immersi in una straniante immobilità. Tranne Pete, sono tutti eredi testamentari dello scrittore Jules Gund, morto suicida. Un precario equilibrio li tiene insieme: Adam è il fratello di Jules, Caroline è l'ex moglie, infine Arden ne era l'amante, dalla quale ha avuto la piccola Porzia.

La gondola, il titolo dell’unico libro pubblicato da Jules Gund, che ha ottenuto un relativo successo e apprezzato da buona parte della critica. Questo libro, e naturalmente l'autore, fanno un pò da ago della bilancia e in qualche modo anche da collante, ma li fa vivere in uno strano stato di inerzia, di fisstà. Basterebbe un niente per farli crollare: una lettera, per esempio, da parte di un dottorando dell'Università del Kansas, che vorrebbe l'autorizzazione a scrivere una biografia su Jules Gund.

Omar Razaghi è di origini iraniane, viene da una lunga dinastia di medici e, di fatto, anche suo padre lo è. Quando Omar aveva 10 anni, con la sua famiglia si è trasferito a Toronto. E forse è proprio questo suo non avere radici a renderlo eternamente indeciso e dubbioso.

Nonostante le pressioni del padre, all’Università ha deciso di non studiare medicina, bensì Lettere. Questa scelta lo sbatterà nel Kansas per un dottorato, in una piccola Università. Qui conosce Deirdre, una ragazza molto decisa e consapevole di ciò che vuole almeno quanto Omar è maldestro irresoluto e, all’apparenza, inetto. Insomma, uno sfigato.

E, come ci si può aspettare da uno sfigato come Omar, combina un casino con l’assegnazione di una borsa di studio per i dottorandi. C’è un libro che lo ha colpito, ma nemmeno così profondamente come vorrebbe far credere, solo che l’autore ha scritto solo quel libro, quindi per Omar è più facile vedersi assegnare la borsa di studio.

Si impegna dunque a redigere la biografia di questo autore semisconosciuto che darebbe, in certa misura, lustro a una piccola Università come quella del Kansas per il merito di aver ri-scoperto un autore “del calibro” di Jules Gund.

Ma è necessaria l’autorizzazione degli eredi. Omar a questo punto compie il gesto che gli cambierà radicalmente la vita: tenta di anticipare i tempi e, quando compila il modulo per l’assegnazione della borsa di studio, dichiara di aver ricevuto quella maledetta autorizzazione.

L’Università gli dà i soldi. Ma lui non ha ancora ottenuto nessuna autorizzazione, e ciò è vincolante perché l’Università non pubblicherebbe mai una biografia non autorizzata. Omar non crede minimamente che gliela possano negare, ce un motivo vero per non dargliela? Decide quindi di fare una cosa semplissima: scrivere agli eredi, che vivono in un posto sperduto in Uruguay, per chiedergliela. Ma gli eredi gliela negano.

A questo punto, a Omar non rimane che una cosa da fare: andare in Uruguay e cercare di convincerli. Non crediate che sarà un’impresa facile, se non impossibile.

Quella sera dorata, di Peter Cameron prende le mosse da queste premesse. Insomma, un biografo che vuole ficcanasare nella vita altrui per uno scopo esclusivamente personale e, quel che è peggio, venale. Uno che vuole rendere pubblico ciò che per tutta una vita hai tentato di tenere nascosto. Ma ovviamente non è tutto: c'è sempre un diverso punto di vista da considerare e da cui sei costretto a guardare le cose.

Un libro scritto meravigliosamente bene, spesso divertente e godibilissimo nella lettura. Una commedia ben articolata, in cui circolano personaggi strani ma molto vivi: li vedi e li senti litigare e soffrire, li vedi camminare nel viale che porta dalla loro villa al mulino, li vedi innamorarsi, li senti allontanarsi e, infine, accomiatarsi.

Adelphi 2006
traduzione di Alberto Rossatti
pp. 318 euro 19,00

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO