Scrittore contro il regime? 4 anni di galera in Cina

In questo blog abbiamo una categoria, per fortuna poco aggiornata, in cui si parla di "delitti letterari" ovvero di tutti quegli autori che subiscono violenze ed ingiustizie a causa di quello che scrivono.
Da un po' non avevamo nuove notizie, ma oggi le agenzie riportano la notizia della condanna a 4 anni di carcere di un dissidente cinese che è stato accusato di sovversione per aver denunciato nei suoi libri la corruzione in Cina.
Oltre il danno, però, la beffa: l'udienza davanti al giudice è durata solo venti minuti, e a niente è valso il tentativo di difesa dell'avvocato. Alla fine l'incarcerazione senza neanche la possibilità dei familiari di salutare l'uomo.
Lu Gengsong, questo il nome dello scrittore, è stato accusato di "incitamento alla sovversione contro i poteri statali". L'imputazione a quanto sembra non è nuova per i dissidenti del partito comunista.

via | Virgilio Notizie

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO