Gary Shteyngart: Absurdistan

Gary Shteyngart è uno scrittore nato a Leningrado nel 1972 da genitori russi ebrei e trasferitosi da bambino in America. Ha esordito nel 2003 con il romanzo Il manuale del debuttante russo. Il suo romanzo Absurdistan, edito in Italia da Guanda, è stato incluso nella lista dei dieci migliori libri del 2006 dal New York Times.

Quest'ultimo testo è un'opera satirica sull'ex Unione Sovietica, ma in generale sulla cultura moderna (mondiale) di seguire le sciagure di un popolo con criteri mediatici ed economici ben precisi, e non certo per puro spirito d'informazione; l'autore non risparmia frecciate alla società e al mondo politico russo, americano e internazionale in generale.

La trama vede il grassissimo protagonista, Misha, rapper dilettante, figlio del milleduecentotrentottesimo uomo più ricco di Russia, cercare di raggiungere a New York la propria amata Rouenna. Privato del passaporto per i loschi giri del padre, parte per l'Absurdsvani (immediatamente e appropriatamente ribattezzato Absurdistan), una repubblica sovietica in cui c'è una guerra civile fra due etnie, che lo coinvolgono, suo malgrado, nello scontro civile.

Innamorato della figlia del leader di una delle due parti, Misha verrà persino eletto Ministro degli affari interculturali, per venire infine a scoprire che alle spalle della guerra civile si nasconde un intrigo di potere tra i due leader delle fazioni, d'accordo da tempo.

Un testo dall'umorismo di stampo americano, non sempre facilissimo da cogliere per noi, ma sicuramente brillante e dal forte ritmo, che può appassionare qualsiasi lettore e che porta alla ribalta quello che viene già considerato uno dei più promettenti giovani scrittori americani. Su IBS la scheda del testo nell'edizione Guanda, e a questo link un'intervista all'autore per Nazione Indiana.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO