Ted Hughes, lettere "infuocate" a Sylvia Plath

Scritto da: -

“Ted Hughes è il poeta inglese che ha generato più clamore sulla sua vita privata dopo Lord Byron”(The Times)

Dopo le sue “Lettere di compleanno”, poesie che ripercorrono la sua vita con la prima moglie Sylvia Plath, Ted Hughes continua a svelarci nuovi particolari dell’intreccio della sua esistenza a quella della poetessa morta suicida a causa di una brutta depressione post-separazione.

Esce infatti, a cura di Christopher Reid, una raccolta di lettere di Hughes, poeta che andrebbe ricordato per la sua splendida capacità di comporre immagini dai toni fantastici ispirandosi al mondo della natura.

I più curiosi ovviamente andranno a ricercarvi ennesimi ricordi di Sylvia: nell’antologia sono presenti infatti anche lettere d’amore indirizzate a lei in cui, come spiega l’autore, sono riportati infiammate descrizioni di passione fisica: “Questa notte non è stata altro che una scoperta di quanto sia liscio il tuo corpo. Il ricordo mi passa nelle vene come brandy”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Booksblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.