Libri letti e riletti. Perchè?

Vi è mai capitato di rileggere un libro, magari anche per più di due volte? E perchè secondo voi avete avuto voglia/necessità di rileggerlo?

Secondo alcuni studi americani fra i libri più letti negli Usa ci sono "Il colore viola" di Alice Walker, "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen, le opere di Shakespeare, "Il grande Gatsby" di F. Scott Fitzgerald , "Il buio oltre la siepe" di Harper Lee, "La piccola casa nella prateria" di Laura Ingalls Wilder , "Racconto di Natale" di Dickens e Winnie the Pooh, oltre a Harry Potter e il Signore degli Anelli.

Le motivazioni dietro possono essere le più diverse. Io ad esempio fino all'età di 14-15 anni, ogni anno, in prossimità del 31 dicembre, riprendevo in mano "La notte dei desideri" di Michael Ende, un romanzo-favola bellissimo ambientato durante un'unica notte, quella di s.Silvestro appunto, che letto proprio in prossimità di questa ricorrenza mi catapultava in un'atmosfera davvero suggestiva (l'avrò letto 5-6 anni di fila)

Ho riletto tre volte Orgoglio e Pregiudizio e anche Jane Eyre, perchè mi piacciono da morire certe scene romantiche, ebbene sì, e anche il Piccolo Principe. E soprattutto ho letto e riletto un libro che adoro, "Il maestro e Margherita", di Bulgakov, perchè ogni volta riesce a farmi provare una sensazione unica: quella di volare, come Margherita, su una città addormentata, in una notte dall'aria piacevolmente fresca sulla pelle. Vi pare poco?

E voi? Vi è mai capitato di leggere un libro più di una, o addirittura più di due volte? E perchè?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO