Il libro del tè

TeaA volte alle letture si arriva per percorsi che poco hanno a che vedere con i libri. Io sono un appassionato di te e quando ho scoperto l'esistenza di questo testo non ho potuto resistere e me lo sono portato a casa, in un'edizione di qualche anno fa. L'autore è un intellettuale giapponese conservatore vissuto tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Il testo ci si presenta oggi come un po' datato, ma si colloca all'interno di una polemica sull'occidentalizzazione del Giappone, iniziata sul finire del XIX secolo, a scapito della cultura tradizionale, di cui Kakuzo è strenuo difensore.

E la difende raccontando la storia e l'importanza della cerimonia del tè (Cha-No-Yu) nel corso dei secoli. Descrivendone l'evoluzione e, soprattutto, la filosofia che la disegna, Kakuzo riflette con una grande lucidità – anche se spesso venata di una certa ingenuità di sguardo – sulle incomprensioni tra Oriente e Occidente e sull'individualismo tipico delle società di massa che allora stavano delineando i propri caratteri costitutivi.

E tra cenni di filosofia Zen, arte e architettura, riflessioni sui fiori – fondamentali nella cerimonia del tè -, alla decadenza contemporanea contrappone l'umiltà della semplicità, dei gesti e delle estetiche capaci di portare ancora un forte significato all'agire umano, ritrovandolo nel suo senso più vero, e riesce così a svelarci un mondo affascinante, e insieme a richiamarci alla necessità di un sincero percorso spirituale.

Il libro del tè
Okakura Kakuzo
Sugarco Edizioni
6,20 euro

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO