Quando gli autori si fanno le recensioni (belle) da soli: storia di RJ Ellory

Cosa c'è nella storia di un autore famoso? Tanta fatica e impegno, almeno nella maggior parte dei casi, e poi le buone recensioni che aiutano sempre, ovvio; recensioni che nell'era di internet però non sempre sono attendibili. Come nel caso del britannico RJ Ellory, vincitore di ben 4 premi letterari nel genere crime in Francia e di uno negli Stati Uniti, e autore di Un semplice atto di violenza, Vendetta, e La voce degli angeli pubblicati in Italia da Giano. Cosa è successo? Ieri Ellory ha chiesto pubblicamente scusa e ha confessato di aver scritto entusiastiche recensioni ai suoi libri sotto falsa identità.

La storia è semplice: Ellory andava sui siti come Amazon e con vari pseudonimi si lanciava in commenti sempre più che positivi sulle sue opere, questo con la scusa di alimentare il passaparola virtuale e fare salire le proprie quotazioni. Non contento, procedeva poi a stroncare i libri dei suoi avversari e qualche volta firmava con il suo vero nome, Roger. Quando poi il Daily Mail gli ha chiesto chiarimenti, ha ammesso subito le sue responsabilità e il risultato è che oggi non si parla d'altro nelle pagine di cultura dei giornali di mezzo mondo. Purché se ne parli insomma: come minimo ora i suoi libri sono ancora più famosi e chi come me, non li ha già letti, potrebbe essere incuriosito a dare almeno un'occhiatina! Che ne pensate, adesso la merita una -vera- recensione?

Foto | Crimezine

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO