Le novelle da un minuto di Istvan Örkény

Italo Calvino ha detto di sognare “immense cosmologie, saghe ed epopee racchiuse nelle dimensioni d’un epigramma”. Örkény, autore ungherese del secolo scorso, si avvicina a questo sogno di grande letteratura in brevissimi testi con il suo “Novelle da un minuto” (e/o). I 55 rapidissimi racconti contenuti in questo libro si propongono l’alto scopo di intrattenere il lettore nei momenti morti della sua giornata, negli intervalli tra le intense attività della vita quotidiana, mentre si aspetta che un uovo cuocia o che si liberi un telefono.

A sottendere l’intero testo una tendenza al grottesco che perfettamente si concilia con la breve durata delle storie. Buffo, folle, surreale, scioccante, tragicomico: questo è il gusto del grottesco, e questo è il gusto che si ritrova al suo apice nella novella intitolata “Il senso della vita”, che si propone di esaurire questo argomento nel breve spazio di 15 righe. E che, sorprendentemente, ci riesce.

Disponibile nella collana dei tascabili di e/o, questo libro sarà sicuramente gradito a chi cerca una lettura più da fermata d’autobus che da spiaggia, più da panchina che da poltrona, più da treno che da biblioteca. D’altra parte, come dice l’autore, non esistono lettori stupidi, esistono soltanto brutte novelle da un minuto.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: