Cinquanta sfumature di Grigio nella top ten degli ultimi dieci anni (ma questa settimana vince un libro di diete)

E. L. James, Cinquanta sfumature di Girgio. Di Nero. Di Rosso

Classifiche, vendite, critica. Ecco tre parole chiave fondamentali legate alla trilogia delle Cinquanta sfumature. Infatti, se sulla critica abbiamo già abbondantemente parlato, ci soffermiamo oggi ad analizzare quello che è riuscito a fare in classifica e in tiratura il primo volume della serie.

Nel mondo ebook, come abbiamo visto, non ci sono rivali e per l'ennesima settimana le grigie sfumature di Chirs Gray conquistano i lettori e restano il libro più scaricato per i lettori digitali. Nel mondo del cartaceo, la notizia più rilevante è il sorpasso sulle vendite perfino del maghetto Harry Potter, anche nella natìa Gran Bretagna. Incredibile ma vero, il soft porno (primo volume) spodesta la scuola di Hogwarts e al 20 agosto, a solo quattro mesi dall'uscita, ha in attivo oltre 5 di copie vendute in tutto il mondo (con 40 traduzioni). Se ci aggiungiamo le vendite delle Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso, la conta dei venduti sale vertiginosamente, diventando uno dei bestsellers più venduti.

Secondo la classifica dei "best-sellers più influenti degli ultimi dieci anni" di Amazon, Cinquanta sfumature di grigio è il capolista, seguito da
J.K. Rowling - Harry Potter e i doni della morte, Stephenie Meyer – Twilight, Dan Brown – Il codice Da Vinci, Khaled Hosseini – Il cacciatore di aquiloni, Malcolm Gladwell - Il punto critico
Greg Mortenson e David Oliver Relin – Tre tazze di tè, Steven D. Levitt e Stephen J. Dubner – Freakonomics. Il calcolo dell'incalcolabile, Cormac McCarthy – La strada, William P. Young – Il rifugio.

Questo in termini totali di vendite, ma la notizia che mi fa più sorridere è quella della top ten di questa settimana: dopo quattro mesi le storie di Anastasia Steel e Christian Gray scendono in classifica, e vengono battuti da... un libro di diete, scritto da Si King e Dave Myers. Dimostrazione che, alla fine, la dura realtà (mantenere la linea) vince sempre...

Fonte | Panorama, Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail