Le poesie che hanno cambiato il mondo

E' uscito per la Bur il libro di Daniele Piccini ''Le poesie che hanno cambiato il mondo'', raccolta dei versi che hanno influenzato ideologicamente l'evoluzione sociale.
Un libro voluto per esaltare la poesia come arma contro una diffusione senza mediazione della comunicazione televisiva, e quindi dei messaggi vuoti.
Il lettore di poesia per Piccini è uno dei pochi ancora in grado di cogliere il linguaggio nella sua vera essenza. La poesia, d'altronde, è il metter in versi un'azione ed un pensiero, "soprattutto un'azione!" precisa Piccinni in un intervista alle agenzie di stampa, e per questo ha preannunciato in diversi casi nella storia qualcosa che sarebbe poi successo.

Canti liberi che bruciano nel vento, ridando una direzione alla nostra lingua, alla nostra sete di un’“altra” storia. Le poesie che hanno mosso e sobillato la storia, poesie che hanno fatto da detonatore della grande vicenda: quelle in cui una nazione, una gente, un popolo si sono riconosciuti.

Ma senza andar troppo lontano, aggiungo io, ci sono poesie che cambiano semplicemente delle vite. La quotidianietà. E' capitato anche a voi di leggere un testo che vi ha aiutato a decidere l'evolversi di una una situazione? A me si, spesso. Ultima è stata una Alda Merini:

Non voglio dimenticarti, amore,
né accendere altre poesie:
ecco, lucciola arguta, dal risguardo dolce,
la poesia ti domanda
e bastava una inutile carezza
a capovolgere il mondo.
La strega segreta che ci ha guardato
ha capito la nudità del terrore,
quella che prende tutti gli amanti
raccolti dentro un'ascia di ricordi.

La vostra?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO