Biblioteca di libri salvati all'Ospedale di Pantalla

Libri salvati all'Ospedale di PantallaL'Ospedale di Pantalla è pronto ad un nuovo salvataggio, solo che stavolta i suoi "pazienti" più che di carne ed ossa sono composti di carta e inchiostro, e la loro esistenza, minacciata dal pericolo del macero, sarà legata a doppio filo ad un'interessante iniziativa culturale messa in piedi grazie all'accordo tra l’Azienda Sanitaria n.2 di Perugia e l’Associazione A.P.S. INTRA. Un progetto incentrato sulla realizzazione di una vera e propria “Biblioteca dei libri salvati”, all’interno dell’Ospedale della Media Valle del Tevere, spazio appositamente creato per permettere a tutti i pazienti, di trascorrere immersi nel piacere della lettura, le lunghe ore di degenza.

Un'idea vincente per "riciclare" i libri inutilizzati che nasce proprio dalla partner del progetto. L'Associazione A.P.S. INTRA è impegnata, da ormai quattro anni, nel recupero di questi tomi e nell'allestimento di apposite biblioteche tematiche in Umbria. Ben 36 i siti già attrezzati, contenenti 36.000 libri, 2.500 film, 2.000 fumetti, 1.000 riviste, DVD, CD e manoscritti provenienti da donazioni.

Non ci sono da temere i "tempi biblici" che spesso affliggono le risoluzioni istituzionali, l’usl interessata ha già reso disponibile uno spazio, arredato con apposite librerie e scaffalature, nel quale collocare i testi (narrativa, enciclopedie e divulgazione scientifica) messi gratuitamente a disposizione dall’Associazione A.P.S. INTRA, che si occuperà anche dell'organizzazione di attività socio culturali e ricreative volte a dinamizzare la quotidianità del nosocomio. E non è tutto, la ricerca e la consultazione sarà possibile avvalersi della rete intranet aziendale, attraverso la quale i pazienti potranno accedere al catalogo dei titoli disponibili, e ordinarli, per poi leggerli in tutta comodità.

Via | iltamtam.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 15 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO